Ai No Spik Inglisc: Rischio Incidenti Aerei per Chi Non Parla Inglese

inglese in aviazione

La lingua ufficiale in aviazione è l’inglese. Tutti gli appassionati di volo ormai se ne saranno accorti.

Quando si vola, le comunicazioni radio sono molte e spesso sono in inglese.

In aviazione civile bisogna saper parlare l’inglese.

I piloti di linea italiani comunicano in inglese anche se volano sul territorio nazionale, almeno lo fa la maggior parte di loro.

Questo perchè nello spazio aereo di un aeroporto non vola un solo aereo, ma diversi aerei provenienti da varie parti del mondo.

Pertanto ad ascoltare le comunicazioni radio sono piloti di diverse nazionalità.

La lingua inglese nelle comunicazioni radio

Si utilizza la lingua inglese perchè è la più diffusa nel mondo.

Il linguaggio aeronautico richiede la conoscenza di determinate terminologie, infatti ogni fase del volo ha delle specifiche frasi che si ripetono ad ogni volo.

Come saprai già, in aviazione tutto è standardizzato per aumentare la sicurezza del volo, pertanto anche le comunicazioni radio lo sono.

A questo punto entra in gioco l’importanza della conoscenza della lingua inglese che tutti i piloti dovrebbero avere.

La scuola di volo ti permette di avere una buona preparazione della lingua, ma non aspettare e cerca di anticipare se pensi di avere qualche lacuna.

Comunicare nella stessa lingua

Bisogna comunicare in una sola lingua per evitare il rischio di incidenti aerei. Il legame tra la lingua inglese ed il rischio di incidenti è semplice.

Te lo spiego in questo modo:

C’è un tedesco, un francese, un inglese ed un italiano! 🙂

Stanno tutti volando sopra i cieli di Roma in attesa di atterrare all’aeroporto di Fiumicino.

L’italiano contatta la torre di controllo ed inizia a parlare in italiano fornendo la sua quota e posizione.

Il tedesco parla perfettamente in inglese dando le stesse indicazioni.

Il francese cerca di parlare in inglese, ma stenta a farsi capire.

L’inglese chiaramente… ci siamo capiti.

Ora, fra questi 4 piloti, chi sarà a conoscenza della quota e posizione di ognuno?

Probabilmente l’italiano si sarà capito con il controllore, ma gli altri 3 non sapranno dove si trova.

Mentre il francese probabilmente non avrà capito dove si trovano gli altri 3 e non sarà stato in grado di dire bene dove si trova lui stesso.

I due a capirsi meglio sono il tedesco e l’inglese.

Bene. L’incidente aereo si rischia quando cala la consapevolezza della situazione (Situational Awareness).

Non capirsi risulta essere decisivo quando cerchi di costruirti una mappa mentale degli aerei che ti circondano.

Ascoltare le comunicazioni radio che intercorrono tra altri piloti e la torre di controllo, è un ottimo modo per crearsi questa mappa mentale.

Incidente Aereo Avianca 52 del 1990

Un aereo della compagnia aerea Colombiana, Avianca, nel 1990 tentava di atterrare all’aeroporto di New York, ma rimasto in volo per molto tempo in attesa che le condizioni meteo migliorassero per poter effettuare l’atterraggio.

Il comandante non conosceva l’inglese e le comunicazioni erano in mano al co-pilota che traduceva al comandante in spagnolo.

Il co-pilota chiese il permesso di atterrare perchè stavano consumando molto carburante durante l’attesa ed erano in riserva.

Nella comunicazione però, il pilota non diede alcun segnale di emergenza e non specificò la loro condizione critica.

Dopo 30 minuti nel circuito d’attesa, ebbero il permesso di atterrare, ma dovettero riattaccare a causa del forte vento e tentare nuovamente l’atterraggio. Questo consumò del tutto il carburante rimasto e si schiantarono.

Come imparare l’inglese aeronautico

Prima di tutto assicurati di conoscere la lingua inglese, punto.

Se sei ancora al livello di “Ai No Spik Inglisc”, allora meglio fare un corso base per prendere dimestichezza con la lingua.

Se invece parli già la lingua, allora puoi studiare l’inglese secondo l’ICAO per ottenere il certificato di livello 4 dell’ICAO.

Ci sono 6 livelli in tutto, ma il livello 4 è il minimo per chi opera nel settore aeronautico (piloti, controllori di volo principalmente).

Pertanto, inizia subito ad apprendere l’inglese aeronautico perchè non parlare la lingua anglo-sassone può diventare un rischio per te e per altri piloti e passeggeri.

Consigli per chi vuole imparare l’inglese

  1. Prima di tutto fai qualche acquisto e procurati un dizionario inglese italiano.
  2. Se non vuoi acquistare il dizionario inglese, allora puoi usare un’app di Google molto conosciuta, Google Translate. Con questa applicazione potrai facilmente fare traduzioni dall’inglese all’italiano.
  3. Esercitati perchè in aeronautica ci sono determinate parole che vanno conosciute, per esempio “Approach”, “Air space”, “Inbound”, “Outbound”… puoi provare già ora ad usare Google translate…
  4. Parla in inglese spesso. Frequenta un corso o parla con amici, ma fai in modo di parlare spesso perchè questo è l’unico vero modo per imparare l’inglese in poco tempo.

Lascia un commento