1
361

Cosa sono gli Strumenti Giroscopici

In cabina di pilotaggio ci sono strumenti che i piloti utilizzano in diversi momenti del volo. Tra questi ci sono gli strumenti giroscopici.

Se dovessimo vedere velocemente gli strumenti fondamentali di una cabina di pilotaggio ne vedremmo 6 che non possono mai mancare e che tutti i piloti e appassionati del volo devono conoscere.

Questi 6 strumenti fondamentali sono:

  1. Anemometro
  2. Orizzonte artificiale
  3. Altimetro
  4. Virosbandometro
  5. Indicatore di prua
  6. Variometro

In un altro articolo te ne avevo parlato approfonditamente. 6 Strumenti Fondamentali della Cabina di Pilotaggio.

Nell’articolo di oggi invece, voglio parlarti in dettaglio solamente di 3 di questi strumenti fondamentali (quelli evidenziati nell’elenco qui sopra). Questi 3 sono classificati nella categoria degli strumenti giroscopici e si differenziano dagli altri 3 che rientrano nella categoria degli strumenti barometrici.

Si distinguono perché il loro funzionamento è dato da un giroscopio interno e non per mezzo della pressione atmosferica.

Vediamo cosa sono gli strumenti giroscopici e come funzionano. Cercheremo di capire anche come vengono utilizzati dai piloti durante il volo.

Strumenti giroscopici

Rientrano in questa categoria tutti gli strumenti il cui funzionamento è permesso grazie ad un giroscopio.

Non sai cos’è un giroscopio e come funziona?!

Nessun problema, cercherò di spiegartelo nel modo più semplice possibile.

Un giroscopio è un disco rotante ad alta velocità montato su un sistema cardanico che permette movimenti attorno all’asse verticale e orizzontale.

Funziona come una trottola. La rotazione ad alta velocità permette alla trottola di rimanere sempre dritto.

Per fare un esempio, immagina di andare in bicicletta e che per assurdo quando devi fare una curva anzichè inclinare la bicicletta (come faresti normalmente) , è il terreo sottostante che si muove mentre tu rimani sempre dritto nella stessa posizione qualunque sia l’inclicnazione del terreno.

In qualche modo gli strumenti giroscopici funzionano in questo modo, ovvero la parte centrale dello strumento rimane sempre nella stessa posizione (grazie alla rotazione), mentre tutto ciò che sta attorno a sè si muove.

Senza entrare nel dettaglio del principio di funzionamento, vediamo gli strumenti giroscopici.

Orizzonte artificiale

L’orizzonte artificiale permette di sapere qual’è l’assetto dell’aereo, ovvero di sapere quanto sia inclinato verso l’alto, il basso, a destra o sinistra.

Per poter funzionare si sfrutta il principio del giroscopio, in cui la parte centrale dell’orizzonte artificle rimane ferma nella stessa posizione, mentre tutto l’aereo attorno a sè si muove.

La linea dell’orizzonte dello strumento rimane sempre allineata con l’orizzonte reale e quindi viene mostrato al pilota la posizione dell’aereo rispetto a questa.

Ogni volta che si vuole conoscere l’assetto dell’aereo rispetto al terreno, si guarda l’Orizzonte Artificiale, soprattutto in assenza di riferimenti a terra (come quando si vola di notte o in mezzo alle nuvole).

Virosbandometro

Questo strumento indica la virata a destra o sinistra e una pallina indica se l’aereo sta scivolando o derapando.

Vediamo come funziona.

Devi sapere che nella virata ci sono due forze che agiscono, quella centripeta (che tira l’aereo nella direzione della virata) e quella centrifuga (che tira l’aereo nella parte opposta).

Bisogna cercare un bilanciamento tra queste due forze utilizzando gli alettoni per inclinare le ali e il timone per variare l’assetto dell’aereo rispetti all’asse longitudinale. Pertanto, ogni volta che si vira bisogna coordinare il movimento del pedale con quello della barra o cloche, per favorire un movimento più dolce e bilanciato.

Scivolare d’ala significa che l’aereo sta scendendo dal lato dell’ala più bassa, ovvero, se sto virando verso destra, l’aereo scenderà verso destra. Questo avviene perché la forza centripeta è maggiore rispetto a quella centrifuga.

In questo caso bisognerà aumentare la forza del piede per dare più timone.

Derapare, invece, significa che l’aereo sta ricevendo troppo timone e quindi la forza centrifuga (verso l’esterno della virata), è maggiore di quella centripeta. In questo caso bisognerà ridurre la forza del piede e dare meno timone.

Come sapere se sto derapando o scivolando?

Semplice. Guarda lo strumento qui sotto, vedi quella pallina nera all’interno del tubo nella parte frontale dello strumento?

Bene, quella pallina indica, nel caso di una virata a destra, se si sta scivolando (pallina a destra), oppure se si sta derapando (pallina a sinistra). L’obiettivo è mantenere la pallina al centro muovendo il pedale del timone.

Indicatore di prua

Questo strumento, lo dice il nome stesso, indica la prua, ovvero la direzione dell’aereo rispetto al nord. Replica l’informazione fornita dalla bussola.

Anche questo è uno strumento giroscopico ed il fatto che esista, oltre alla bussola, nasce dal fatto che quest’ultima è molto lenta nel riallinearsi al nord terrestre, soprattutto in caso di turbolenza.

L’indicatore di prua invece è molto stabile grazie al suo giroscopio interno e questo permette una lettura molto più immediata.

La curiosità di questo strumento è che il rotore del giroscopio è tenuto allineato con il nord terrestre e quindi parallelo alla bussola. Inoltre, in volo, ogni 20 minuti bisognerebbe verificare che la bussola e l’indicatore di prua mostrino la stessa informazione. Nel caso fossero discordanti bisogna aggiustare l’indicatore di prua per mezzo di una manopola posto sullo strumento.

Risultati immagini per indicatore di prua giroscopio

Bene, a questo punto abbiamo coperto a grandi linee tutti gli strumenti giroscopici dell’aereo. Questi 3 strumenti sono di fondamentale utilizzo durante il volo e chiaramente vanno studiati a fondo.

Conoscere il loro funzionamento oltre che il loro utilizzo permette di capire se l’aereo sta funzionando correttamente o se sta dando indicazioni errate.

Per concludere ti invito a rivedere questi strumenti giroscopici assieme agli altri 3 strumenti barometrici e capirne a fondo il funzionamento ed utilizzo. Per qualunque approfondimento sono a disposizione.

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento