Cos’è La Trombosi Venosa Profonda

a0006-000193atrombosiUno dei pericoli maggiori che i passeggeri possono incorrere è legato alla propria salute e non all’aereo. La Trombosi Venosa Profonda è una condizione che colpisce oltre un milione e mezzo di persone in Europa ogni anno ed è un problema diffuso, ma poco riconosciuto. In questo articolo di Humanitas Salute viene spiegato molto bene cosa sia la trombosi e come accorgersene in tempo.

Un trombo è un coagulo di sangue che occlude il vaso sanguigno bloccando la normale circolazione (trombosi venosa), che colpisce generalmente le gambe o le braccia, o in casi più rari le vene profonde dell’addome. Quando interessa le vene profonde viene chiamata Trombosi Venosa Profonda (TVP).

Quali Sono Le Cause?

La Trombosi Venosa Profonda (TVP) si associa a malattie croniche, a traumi, all’immobilità prolungata, alla gravidanza o a un esercizio muscolare violento. Se non curata nel modo giusto la TVP degli arti inferiori può dare origine al gonfiore della gamba colpita, comparsa di varici e, nel tempo, di macchie scure sulla pelle, ulcere, senso di pesantezza alle gambe e difficoltà nel camminare. 

La TVP diventa particolarmente grave quando provoca embolia polmonare. Una parte del coagulo formatosi in una vena si stacca e raggiunge il cuore e da qui il polmone. 

Un piccolo racconto polmonare per testimoniare il fatto che le cose possono accadere anche quando non te lo aspetti. L’embolia polmonare, infatti, ha colpito un mio amico Sud Africano di 26 anni. Era in Grecia in vacanza e si sentiva particolarmente male. Ha deciso di ritornare a casa in Sud Africa prendendo un volo di 10 ore. I medici lo hanno curato immediatamente e per alcuni giorni era in pericolo di vita. Fortunatamente è sopravvissuto ed ora stanno cercando le reali cause.

Una Diagnosi Corretta

Come si manifesta una trombosi venosa di una gamba? I segnali caratteristici:  

gonfiore; 

il dolore simile a un crampo; 

l’arrossamento della parte colpita;

Esiste anche la trombosi venosa del braccio, più rara perché rappresenta il 2-3% di tutti i casi diagnosticati, ma comporta gli stessi rischi della TVP delle gambe, e spesso colpisce persone molto giovani. E’ più frequente in chi compie sforzi con le braccia, come gli sportivi.

Una diagnosi corretta e immediata con il proprio medico di fiducia permette di iniziare immediatamente la cura adeguata.

Trombosi Venosa Profonda In Aereo

Capito meglio cos’è la TVP le sue cause e come si cura, vediamo ora cosa accade in aereo e perchè è facile essere vittime di Trombosi quando si viaggia in aereo.

Il sistema venoso degli arti inferiori è situato nei muscoli del polpaccio. La compressione delle vene da contrazione muscolare causa un effetto di pompaggio (pompa muscolare) aiutando il ritorno del sangue al cuore. Se la pompa muscolare non funziona (es. a causa dell’immobilizzazione), il flusso venoso nelle vene può diminuire. 

L’immobilità in posizione seduta può predisporre alla TVP. La TVP si verifica anche in quei passeggeri che affrontano viaggi a lunga distanza sia in auto che in treno. Il fattore comune risiede nell’immobilità piuttosto che in cause ambientali. Le cabine pressurizzate e l’altitudine dell’aeromobile non sono elementi di rischio di insorgenza di TVP.

La TVP è  rara  nei  passeggeri che sono tornati da viaggi lunghi; tuttavia, l’associazione tra il viaggio aereo e la TVP è più forte per i viaggi che superano le 8-10 ore e la gran parte dei passeggeri che sviluppano una TVP dopo viaggi a lunga percorrenza hanno uno o più fattori di rischio.

Cosa Fare Per Ridurre Il Rischio Di TVP In Aereo

Poiché la causa maggiore della TVP è l’immobilità, puoi fare molto per ridurre o minimizzare il rischio;  ecco alcuni suggerimenti:

  • Cammina lungo la cabina frequentemente per interrompere i periodi di immobilità. Muoversi durante un volo lungo può aiutare a ridurre il periodo di immobilità e facilitare la circolazione del sangue.
  • Muovere gambe e piedi per 3 o 4 minuti ogni ora mentre sei seduto per facilitare i movimenti muscolari ed evitare stasi. Basta spingere in avanti i piedi contro il pavimento indurendo i polpacci.
  • Esegui esercizi di stretching se sei in fila in attesa davanti alla toilette.
  • Evita di indossare abiti troppo stretti alle cosce e in tutto il corpo.
  • Non posizionare il bagaglio a mano in modo da limitare i movimenti di gambe e piedi.
  • Le persone a rischio dovrebbero consultare un medico per adottare idonee misure di prevenzione, tra le quali, a titolo di esempio, indossare calze anti-embolia.

Tutte le informazioni qui contenute sono solamente a titolo informativo. Non prenderle come informazioni complete ed esaustive. Per dubbi o approfondimenti consulta il tuo medico di famiglia.

Scarica l'Estratto dei miei Manuali. Riservato solo agli Iscritti alla Newsletter!

I miei manuali scaricabili

Share This Story, Choose Your Platform!

Leave A Comment