Il Traffico Aereo Raddoppia ogni 20 anni: Perchè?

Delhi airport

Sto scrivendo questo articolo dall’aeroporto di Delhi in attesa del mio volo domestico, osservando gli aerei fuori dalla finestra affacciata sul piazzale (vedi la foto sopra) mi sto chiedendo quanto stia cambiando il mondo dell’aviazione e se le previsioni che ci davano gli “esperti” 5 anni fa sono reali.

Siamo veramente sul cammino verso una crescita esponenziale del traffico aereo?

I nostri esperti di aviazione dicevano che ogni 20 anni il traffico aereo raddoppia e che nel 2020 la situazione sarà veramente difficile da gestire (mancano solo 5 anni).

Ma cosa fa crescere il traffico aereo? Risposta semplice, quando c’è tanta domanda automaticamente si genera l’offerta e così nuove compagnie aeree nascono, altre chiudono ed altre continuano a crescere.

Ma voglio fare un’analisi più oggettiva e meno markettara (non legato al marketing 😉 ).

Perchè il traffico aereo aumenta così velocemente?

Se hai l’occasione di spendere due giorni in una città asiatica ti accorgerai della quantità di persone che si possono trovare ad ogni momento, in qualunque parte della città ed a qualunque ora del giorno e della notte.

La popolazione di Delhi, per esempio, era di 9 milioni nel 2001 ed ora è di 18 milioni nel 2015. Significa che è raddoppiato in 14 anni.

La crescita demografica dell’India non è paragonabile al resto del mondo, infatti India, Cina e Stati Uniti contano circa 1/3 del mondo. Ma se ci pensiamo bene in questi 14 anni la domanda commerciale nei confronti delle compagnie aeree è aumentata notevolmente anche grazie a questo flusso di persone che si sono spostate verso le città e che utilizzano di più l’aereo come mezzo di trasporto.

Basti pensare alla crescita che ha avuto Ryanair, compagnia che esiste da vent’anni, ma che solamente ora è diventata nota a tutti. Paghi poco e voli ovunque in Europa.

Oltre alla crescita demografica infatti, è cresciuta la possibilità di volare e viaggiare: è molto più semplice e accessibile.

Affrontare i problemi che una rapida crescita consegue

A questo punto però bisogna pensare ai problemi, perchè nessuno ha immaginato quali conseguenze questa crescita notevole poteva portare.

Diciamo che stiamo già pagando le conseguenze, in Asia per esempio non sono preparati ad affrontare un traffico aereo così alto e gli incidenti aerei sono in fortissimo aumento.

Ci sono talmente tanti aerei ed è talmente alta la richiesta di piloti da parte delle compagnie aeree asiatiche che l’addestramento è scadente, lavorano tantissime ore, vengono pagati poco ed i controllori di volo non sanno gestire situazioni di denso traffico. Un disastro insomma.

Probabilmente i nostri esperti avevano ragione, il traffico aereo sta realmente raddoppiando, ma nonostante le previsioni non sono state messe in atto così tante misure di sicurezza come pensiamo.

?

Perchè cresce la domanda?

Anche qui, chiaramente, la risposta è semplice. Accorciare i tempi di viaggio, poter visitare più posti e risparmiare sono sufficienti per far sì che sempre più persone scelgano l’aereo rispetto ad altri mezzi di trasporto.

Ora anche i treni ad alta velocità iniziano ad essere competitivi e secondo me, nel tempo, si arriverà ad un punto in cui il mercato aeronautico sarà talmente saturo che l’offerta supererà la domanda e le compagnie aeree, anche quelle grosse, andranno in crisi.

Ma il mondo non si ferma, se le compagnie aeree vanno in crisi questo non significa che le persone non abbiano più voglia o necessità di volare. Troveranno altri mezzi per muoversi.

Qual’è l’alternativa più veloce, comodo ed economico dopo l’aereo? Il treno.

Staremo a vedere, se non ci sarà una vera e propria sostituzione dell’aereo, intanto dobbiamo pensare ai problemi che l’aumento del traffico aereo sta portando con se.

Ci sarà sicuramente una crisi profonda. Come tutte le economie che hanno visto una crescita così rapida, dopo ogni salita c’è sempre la discesa… poi si risale, ma molto più lentamente di prima!

Lascia un commento