482

Circuito di Traffico e Circuito di Attesa

circuito traffico e avvicinamentoSentirai spesso parlare di circuito nel linguaggio aeronautico.

È un termine utilizzato per indicare fondamentalmente due tipologie di operazioni di volo.

La prima operazione riguarda il circuito di traffico, mentre la seconda operazione riguarda il circuito d’attesa.

Le due operazioni utilizzano terminologie simili, ma sono ben diverse tra loro.

Vediamole una ad una per capire cosa sono e cosa le differenzia.

Circuito di traffico

Questo circuito è utilizzato in tutti gli aeroporti, ma soprattutto in quelli minori.

Si tratta semplicemente di un circuito a forma rettangolare che vede l’aereo fare 4 virate a sinistra dopo il decollo.

Ovvero, dopo essersi staccati da terra si vira verso sinistra per allontanarsi leggermente dalla pista (perpendicolarmente ad essa).

Si effettua poi un’altra virata a sinistra per posizionarsi parallelamente alla pista (questo segmento del rettangolo si chiama tratto sottovento).

Raggiunta una certa distanza dalla pista si vira a sinistra per ritrovarsi nuovamente perpendicolari ad essa e si inizia a scendere di quota (questo segmento si chiama base).

Si vira ancora a sinistra per allinearsi al centro pista e quindi atterrare (questo segmento si chiama finale).

circuito sinistroPuoi leggere un’altro articolo per maggiori dettagli su come effettuare un circuito con un Cessna.

Perchè si effettua un circuito?

Lo si fa per addestramento.

Ovvero, durante le lezioni di volo si effettuano una serie di circuiti che permettono di imparare a fare decolli ed atterraggi, ma non solo.

Si impara anche a gestire il traffico aereo attorno a sè.

Infatti, saprai già bene che lo spazio aereo aeroportuale è sempre una zona critica in quanto si trovano più aerei in uno spazio ristretto.

Ma non lo si fa solo per addestramento.

Si effettua un circuito o parte di esso anche nella fase di avvicinamento, ovvero quando ci si avvicina all’aeroporto dopo un volo o quando si raggiunge l’aeroporto di destinazione.

Per esempio, se l’orientamento della pista è 09°/270°, ovvero est ed ovest, ed io mi sto avvicinando da sud, significa che mi immetterò nel circuito sul segmento sottovento, effettuerò poi una virata a destra e seguirò il circuito come descritto in precedenza, fino all’atterraggio.

Caratteristiche del circuito di traffico

Ci sono alcune regole standard da rispettare.

Per esempio, è standard virare sempre a sinistra. Si dice infatti circuito sinistro. Solo in alcuni casi, se specificato, si effettua il circuito destro.

Lo si fa a sinistra perchè la visuale per il pilota (che si trova sempre sul lato sinistro dell’aereo), è più favorevole.

Può capitare che si voli in un aeroporto con due piste parallele. Questo significa che si effettuerà il circuito sinistro per la pista sinistra e verso destra per la pista destra, in modo da tenere lontani gli aerei che volano sulle rispettive piste.

Per fare un altro esempio, in fase di avvicinamento ci si immette sempre sul segmento sottovento.

Se l’aeroporto è dotato di un controllore del traffico aereo, allora è possibile ricevere indicazioni diverse, ma di norma si entra nel circuito sempre dal sottovento.

Circuito di attesa

Immagine correlataViene utilizzato quando c’è molto traffico aereo vicino un aeroporto.

Quando ci sono molti aerei è necessario prendere tempo per permettere a tutti di atterrare e decollare in sicurezza.

Pertanto, gli aerei che si trovano ancora ad una certa distanza possono rimanere in volo, lontano dallo spazio aereo aeroportuale, e volare in un circuito.

Questo circuito è simile a quello descritto precedentemente, eccetto per l’atterraggio.

Il circuito d’attesa ha una forma ovale (lo vedi indicato nella cartina sopra), ha una quota specifica e lo si effettua considerando un tempo di volo specifico tra un segmento e l’altro.

Se desideri sapere in dettaglio come si effettua un circuito d’attesa, ti consiglio di scaricare il manuale “VOR”, in cui ho descritto in dettaglio le caratteristiche del circuito d’attesa e come lo si effettua sia con un Cessna che con un aereo di linea.

Spero che questo post ti abbia dato le giuste informazioni per sapere come distinguere i due circuiti.

Se hai bisogno di maggiori informazioni non esitare a scrivere tra i commenti!

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento