186

Come si Manovra un Aereo a Terra

come si muove un aereo a terra

Negli aeroporti internazionali ci sono centinaia di aerei in ogni istante ed ognuno di essi deve poter muoversi con “agilità” nelle vie di rullaggio.

A volte ci sono addiritura diversi chilometri da dover percorrere per raggiungere la pista dal parcheggio ed è quindi cruciale avere un buon controllo dell’aereo anche a terra.

Cerchiamo di capire meglio come si muove a terra un aereo di quasi 73 metri di lunghezza con un’apertura alare di 80 metri (A380) in un percorso articolato come quello di un aeroporto.

Dal Piccolo Cessna ai Giganti dei Cieli

Iniziamo dagli aerei più piccoli e vediamo come si manovra a terra un Cessna.

È un aereo classico dell’aviazione generale ed il suo funzionamento è molto simile a quello della gran parte degli aerei monomotore in circolazione.

Dagli ultraleggeri fino a certi bimotori ad elica, a terra ci si muove utilizzando la pedaliera.

Infatti, i pedali, oltre che controllare il timone di coda durante il volo, controllano anche il ruotino anteriore.

I pedali sono composti da due componenti: la parte bassa fissa che si muove avanti e indietro ed una parte superiore mobile (sempre collegata a quella inferiore) che si usa per frenare.

Pertanto il pilota spinge l’intero pedale e quando vuole frenare basta che spinga la parte superiore con le punte dei piedi.

In questo modo non si staccano mai i piedi ed è possibile assistere la manovra nelle curve utilizzando anche i freni.

Mi spiego meglio.

Su tutti gli aerei, anche quelli di linea, è possibile controllare separatamente i freni destro e sinistro. In questo modo, se necessito di eseguire una curva particolarmente stretta (come quando si parcheggia sul piazzale) posso anche decidere di stringere la curva spingendo sul pedale del freno dal lato in cui sto girando.

Pertanto, se mi sto muovendo con un Cessna, devo utilizzare i pedali per mantenere l’aereo lungo la linea della via di rullaggio e lungo l’asse pista durante la rincorsa per il decollo.

Questo vale anche per alcuni aerei bimotore come il Baron.

Altri aerei di grosse dimensioni, come ad esempio il Cessna Caravan, utilizzano una sorta di servo sterzo azionato dai pedali. Questo significa che quando si spinge sul pedale si sente un movimento più fluido e meno duro rispetto a quello che si sente su un Cessna.

Chiaramente maggiore è il peso dell’aereo e più faticoso sarebbe la pressione da esercitare, pertanto è necessario dare una mano al pilota con una sorta di servo sterzo.

cessna caravan

Cessna Caravan

Come Manovrare un Aereo di Linea a Terra

Avrai già capito che spingere sul pedale di un aereo che pesa anche 120 tonnellate non si può fare senza l’ausilio della tecnologia.

Nel caso degli aerei di linea però, non si usano i pedali, bensì un volantino.

Sulla sinistra del comandante (ed in alcuni casi anche sulla destra del co-pilota) c’è un volantino che si utilizza solo a terra.

controllo a terra 737

Volantino per il controllo a terra 737

Questo volantino, assistito dal servo sterzo di cui parlavamo, permette di manovrare l’aereo anche nelle curve più strette.

Durante il decollo invece? Come è possibile avere una mano sulla cloche, una sulle manette e manovrare il ruotino?

Chiaramente nessuno ha 3 mani, ma si ritorna ad utilizzare i piedi spingendo sui pedali.

Durante il decollo infatti, si mantiene l’aereo allineato con il centro pista spingendo sui pedali.

Anche durante un normale rullaggio nelle vie dell’aeroporto è possibile controllare l’aereo spingendo sui pedali, ma il volantino è fino a 40 volte più sensibile dei pedali, il che significa che per fare una curva utilizzando i pedali devo spingere parecchio, mentre per fare la medesima curva utilizzando il volantino, basterà muovere quest’ultimo di poco per ottenere lo stesso risultato.

Durante il decollo, vista la sensibilità del volantino, è meglio utilizzare i pedali.

Anche nel caso degli aerei di linea, i freni sono collegati ai pedali e separati l’uno dall’altro (destro e sinistro).

Bene, brevemente questo è come si controlla un aereo a terra. Pensa di essere nella cabina di un A380 sapendo che l’altra estremità dell’aereo è 72 metri dietro di te e che ad ogni curva devi spostare questo bestione con una precisione assoluta rispettando gli ingombri per non sbattere contro altri aerei o strutture.

Ci vuole pratica!

Mostra i commenti

Commenti

  1. Franco 14 dicembre 2017
    • Daniele 14 dicembre 2017

Lascia un commento