pilota e famiglia

Com’è la vita privata di un pilota di linea?

Dalla mia esperienza, intervistando vari piloti, risulta che la vita privata non è cosa semplice da gestire per chi fa questo mestiere.

È un po’ come per gli uomini d’affari che viaggiano ogni settimana e stanno poco tempo a casa. Per un pilota la cosa è forse ancora più complessa.

Generalmente i piloti hanno una vita felice con alti e bassi come tutti. Quando non è in servizio, cerca di evitare di pensare ai propri turni, alle litigate con colleghi o superiori, cerca di distrarsi, insomma fa una vita normale come chiunque.

Molti piloti non dicono che mestiere fanno

Molti piloti mi hanno raccontato che addirittura preferiscono evitare di dire che lavoro fanno perché sanno già che gli verranno chieste una miriade di domande da parte di curiosoni che pensano che fare il pilota sia ancora così glamour come negli anni ’60.

In realtà, la vita del pilota è alquanto stressante e pesante e non mi sorprende sentire che, anziché dire “sono un pilota”, dicano “lavoro in aeroporto”!

Vita matrimoniale di chi vola

La vita matrimoniale deve partire da una comprensione da parte di chi rimane a terra (marito o meglio che sia), sul fatto che spesso la famiglia non sarà al completo durante alcuni importanti eventi o festività.

Ci deve essere fiducia e una visione positiva della situazione familiare che si genera quando si convive con un pilota. Spesso la lontananza può rendere il rapporto più forte se si considera che i momenti persi per il lavoro vanno recuperati nei giorni in cui si sta a casa.

Il periodo speso a casa è un tempo di qualità, si cerca di recuperare un po’ di tempo perduto, ci si dedica ai propri hobby o ad impegni rimandati. Si spende tempo con i figli, amici e ci si focalizza sulle cose importanti.

Chi ha una vita più “regolare”, in qualche modo perde il senso dell’importanza delle piccole cose, perché si dà per scontato che il nostro compagno o compagna, i nostri familiare o amici, sono sempre lì, presenti in qualunque momento.

Cosa può fare un pilota per migliorare la relazione?

Per prima cosa dobbiamo ricordarci che i piloti e familiari hanno molti benefit con la compagnia aerea, pertanto invitare la moglie o il marito a seguirti in un viaggio in cui sai che starai fuori casa per parecchio tempo aiuta a sentire che siete più vicini e poi anche lei (o lui) può vedere da vicino il “vostro mondo”.

Puoi  anche invitare il compagno o la compagna ad andare in viaggio con amici o a visitare parenti lontani sfruttando i benefit sui voli.

Da parte tua invece (tu pilota o assistente di volo), tua moglie o tuo marito, quando torni a casa dopo giorni di servizio, si aspetta che passi del tempo con lui o lei.

A volte bisogna fare dei sacrifici

Anche se è complesso, impara a rimandare il tempo che vuoi dedicare a te stesso per dedicarlo a lei o lui che comunque ti permette di fare il tuo lavoro e di vivere in una famiglia felice.

È possibile fare il pilota ed avere una vita felice, bisogna seguire alcune regole e le cose funzionano, ma in quale famiglia non è così?

Se sei un pilota racconta la tua o le tue esperienze per dare consigli utili ad altri piloti che fanno questa vita.