1
707

Quanto è Importante Considerare il Vento Prima di Volare?

effetto del vento in atterraggioLa domanda che ti pongo nel titolo ha una sola risposta: Molto!

Considerare il vento prima di volare è importantissimo, non solo al momento del decollo e atterraggio, ma anche durante il volo.

Tra i vari agenti atmosferici, il vento è forse quello che più influenza un volo. Facciamo qualche esempio così potrai capire meglio come considerare il vento prima di volare.

Effetto del Vento durante il volo in Crociera

Probabilmente non sai che il vento non crea problemi solo al decollo e atterraggio (le fasi più delicate del volo), ma anche nella fase di crociera.

Pensa ai voli oceanici. Le rotte cambiano moltissimo in funzione delle correnti d’aria che si spostano dall’America verso l’Europa e viceversa.

Ti semplifico la cosa:

se tu dovessi volare per 5.000 km con un vento contrario di 100 nodi, mentre il giorno dopo ti trovi a fare il tragitto contrario, ma con il vento a 100 nodi in coda, in quale volo arriverai prima consumando meno carburante?

Chiaramente nel secondo.

Il vento può generare questo tipo di problematiche che non mettono in pericolo i passeggeri, ma generano “disagi” per le compagnie aeree che devono modificare le proprie rotte in funzione del vento.

Effetto del Vento durante Decollo e Atterraggio

Vediamo ora quali considerazioni fare durante le fasi più delicate del volo.

Ho volutamente parlato prima dell’effetto del vento in crociera perché in quel caso non serve parlare di pericolo, mentre nelle fasi di decollo ed atterraggio dobbiamo fare delle considerazioni più approfondite.

Bene. Il vento genera preoccupazione tra i piloti soprattutto al momento dell’atterraggio.

Un forte vento di traverso che spinge l’aereo fuori rotta, ovvero, che non permette al pilota di allinearsi alla pista, può aumentare il rischio.

Facciamo un esempio:

se stai atterrando su una pista che ha un orientamento di 360° (ovvero una pista orientata a Nord da un lato e a Sud dall’altro, pista 36 e pista 18), ed un vento di 20 nodi che arriva da 045°, ti ritroverai con una spinta laterale che spingerà l’aereo verso sinistra e lo rallenterà leggermente.

Facciamo un altro esempio ora:

stai sempre atterrando sulla stessa pista, ma il vento questa volta arriva da 090° sempre a 20 nodi. Ti ritroverai con una forte spinta verso sinistra e l’aereo avrà la tendenza a girare il muso verso il vento e scarrocciare verso sinistra.

In altre parole, il vento spingerà l’aereo da un lato e diventerà difficile allinearsi alla pista.

La soluzione sta nel contrastare l’effetto del vento ruotando il muso verso il vento ed atterrando con un’angolazione tale che permetta di mantenere l’aereo allineato al centro pista.

Come fare questo tipo di atterraggi lo vedremo in un altro post, ma la cosa importante ora è capire che l’effetto del vento è uno dei principali elementi da considerare prima di volare.

Oltre a questo, l’effetto del vento obbliga i piloti ad utilizzare la pista da un solo lato perché tutti gli aerei devono sempre atterrare e decollare controvento e mai con il vento in coda.

Un pilota di ultraleggeri una volta mi ha raccontato che ha tentato tre volte di atterrare con il proprio aereo, ma nei primi due tentativi non ci riuscì e non capiva perché.

Al terzo tentativo decise di “forzare” l’atterraggio spingendo la barra in avanti facendo sbattere il ruotino anteriore che si spezzò. Non successe nulla di grave al pilota, ma l’aereo fu distrutto.

Il problema?

Non si era accorto che stava atterrando con il vento in coda.

Non era molto forte, ma anche poco vento può avere un forte effetto sull’aereo, soprattutto in atterraggio.

In poche parole, il vento in coda spinge l’aereo in avanti facendolo galleggiare e non permette di rallentare adeguatamente prima di toccare terra.

Ma come si fa a conoscere in anticipo le condizioni del vento?

Probabilmente saprai già che i piloti hanno a disposizione tutte le informazioni meteo che possono trovare in una sala adibita alla raccolta di queste informazioni.

Nel momento in cui pianificano il volo hanno a disposizione delle cartine che mostrano intensità e direzione del vento.

Queste informazioni permette loro di decidere quali accorgimenti prendere in caso di forte vento.

Anche le comunicazioni in volo di altri piloti sono molto importanti per sapere quanto forte sia il suo effetto.

Spesso i controllori di volo chiedono ai piloti che hanno appena atterrato qualche indicazione più dettagliata in modo che gli altri piloti che si prestano all’atterraggio possano avere le stesse informazioni e prepararsi meglio.

Ecco che quindi il vento è l’elemento meteorologico più importante da considerare prima di un volo.

Guarda questo video per vedere l’effetto del vento durante decolli e atterraggi di aerei di linea.

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento