289

Sully – Il Libro

sully-libro

Img: l’angolodeilibri

Ho appena concluso di leggere il libro intitolato “Sully” da cui è stato tratto il film omonimo, di Clint Eastwood.

È un libro che ho praticamente divorato ed alcune parti le rileggerò per entrare più nel dettaglio dell’analisi dell’incidente aereo che vede protagonista il comandante Sullenberger ed il suo equipaggio.

Perchè il libro merita le sue dovute attenzioni?

Perchè è un libro che non racconta soltanto degli avvenimenti di quel 15 gennaio 2009, ma è un libro che può ispirare tutti, non soltanto piloti o appassionati del volo, ma tutti.

Può ispirare a prendere determinate decisioni nella propria vita, come le ha prese il comandante quel giorno.

Chiaramente il libro parla ampiamente degli eventi che si susseguirono dopo l’impatto con gli uccelli. Ma si parla anche della preparazione dei piloti, del loro addestramento e quello dell’equipaggio.

Insomma, è un libro che insegna!

Sully. Il Comandante

Il comandante Sullenberger era una persona qualunque prima di questo incidente, ma poi ha riscosso una fama mondiale grazie a quell’incidente e le sue abilità dimostrate quel giorno.

Una giornata di gennaio come le altre, era l’ultimo volo per quel equipaggio e poi tutti rientravano a casa per delle giornate di riposo.

Purtroppo in volo li aspettava uno stormo di oche del Canada che hanno messo fuori uso entrambi i motori.

L’impatto è avvenuto solo 2 minuti dopo il decollo ad una quota di 2750 piedi ed una velocità di 219 nodi.

Per un Airbus 320 trovarsi a quella quota ed a quella velocità senza motori sopra una delle zone della terra più densamente popolate, è una situazione gravissima che porterebbe a pensare al disastro assicurato.

Le cose sono finite bene e le decisioni del comandante hanno permesso a tutti di sopravvivere.

Qui puoi trovare il libro in versione italiana.

Il Fattore Umano fa la Differenza

Il sottotitolo del libro dice questo: “Nel momento del pericolo il fattore umano fa la differenza”.

Essendo un appassionato di fattore umano in aviazione e di sicurezza del volo, non posso che essere d’accordo.

Nella storia dell’aviazione si è visto come il principale elemento che può salvare la situazione di minaccia è l’uomo. Il fattore umano è ciò che fa la differenza tra vivere e morire quando si tratta di incidente aereo.

Essendo la principale fonte di salvezza risulta essere anche la principale causa, argomento ampiamente trattato nel blog.

Quello su cui dovresti concentrarti mentre leggi il libro di Sully è come la formazione del comandante dopo 40 anni di carriera sia stato fondamentale per generare in lui tutte le ipotesi e deduzioni corrette che gli hanno permesso di salvare 155 vite il 15 gennaio 2009.

Il Libro

Assolutamente da non perdere e merita una nota anche il fatto che il comandante abbia parlato anche della sua famiglia, della sua vita come pilota, dei suoi colleghi, dei membri dell’equipaggio, della sua carriera militare come pilota da caccia.

Insomma, non è il solito resoconto dei fatti, ma si parla di cosa significa essere veramente pilota di linea oggigiorno.

Come ho sempre scritto in molti dei miei articoli, i piloti sono esseri umani come chiunque altro e anche se non li vediamo perchè sono chiusi dietro una porta blindata, non significa che non hanno i loro pensieri rivolti ai propri cari, non abbiamo problemi economici o anche che stiano vivendo momenti di gioia per la nascita del proprio figlio.

Il libro è scritto in modo che il pubblico, i passeggeri di voli di linea, comprendano chi siano gli uomini e le donne che lavorano in aviazione per garantire la sicurezza di tutti.

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento