check-in diretto

Nel post precedente ho parlato di quanto il 2016 sia stato l’anno del rinnovamento d’immagine a scapito del servizio ai clienti.

Il 2017 deve essere l’anno del rinnovamento del servizio alla clientela.

Si inizia da alcune novità per i Check-in diretti. Infatti, una cosa che sta già accadendo è un miglior servizio nei check-in diretti.

Ti spiego cos’è e come funziona un check-in diretto e quale soluzione trovare ad un problema comune.

Cos’è il check-in diretto

Quando voli con due compagnie aeree diverse, per esempio se voli da Roma a Sidney facendo scalo a Dubai – da Roma a Dubai volando con Alitalia e da Dubai a Sidney con Emirates – dovrai recuperare il tuo bagaglio a Dubai e rifare il check-in con Emirates che ti porterà fino a Sidney.

Queste cose capitano più spesso di quanto pensi.

Accade perchè una compagnia aerea non può fare il check-in per un’altra. Pertanto se parti da Roma con Alitalia, riceverai la carta d’imbarco solo per Alitalia.

Ora, offrire un miglior servizio significa cercare di ridurre questi passaggi e fare un Check-in diretto fino a destinazione anche se le compagnie aeree sono diverse.

Le regole cambiano un po’ tra una compagnia aerea e l’altra, ma sta di fatto che il più delle volte è necessario rifare il check-in.

Il fatto di fare il secondo check-in ha principalmente due conseguenze:

  1. Si perde un sacco di tempo e tutto il viaggio diventa più stressante;
  2. Si rischia di perdere il bagaglio;

La perdita di tempo è un fattore di stress per ogni passeggero e tutti cercano di evitarlo.

Pensa a quando prenoti un volo. Guardi la durata dello scalo??

La durata dello scalo è un fattore importante per la scelta di un volo con una compagnia aerea piuttosto che un’altra.

Perdere la valigia è una seccatura ancora più grande.

Avviene perchè a volte le valigie vengono rubate o accade qualcosa nel sistema che porta il tuo bagaglio da qualche parte dell’aeroporto e non viene caricata sul tuo aereo.

Una soluzione esiste

Un modo per evitare questo fastidio è quello di scegliere due compagnie aeree che sono partner tra loro.

Se prenoti direttamente sul sito della compagnia aerea o in agenzia viaggi, normalmente ti viene proposto un volo con un partner in coadesharing. Altrimenti niente, si fa il check-in.

Una seccatura che spero dal 2017 cambi.

Cathay Pacific ha accolto la richiesta di un loro passeggero che si era lamentato di questi continui cambi.

La compagnia aerea ha ascoltato il cliente fino al punto da decidere di modificare la politica del check-in diretto facilitando le cose ai propri passeggeri.

Un esempio di servizio fatto per il cliente e non per l’azienda. Speriamo che diventi un trend anche di altre aziende.

Tu quale servizio vorresti vedere prossimo anno??