La Cortesia Ripaga, anche per una Low cost: Il Caso Indigo e la mia Esperienza in India

la cortesia ripaga

Chi mi segue da un po’ saprà già che abito in India da tempo ed ho avuto occasione di volare con Indigo, la più grande low cost indiana.

È quella che detiene la percentuale più alta di mercato in termini di passeggeri trasportati: ben il 39,8%.

Come tante cose disorganizzate in India, mi aspettavo la solita storia: ritardi, maleducazione, poca cortesia, igiene inesistente, eccetera eccetera.

Invece mi sono accorto che per essere una low cost in India, le cose sono andate particolarmente bene e tutto grazie alla cortesia del personale.

 

Il servizio era impeccabile

Come tutte le low cost al mondo, se vuoi mangiare paghi, ma il volo più lungo era di sole 3 ore e mi aspettava una cena con il famoso riso Biryani di Hyderabad.

La cortesia delle assistenti di volo era una meraviglia. Ero in India e c’erano persone che offrivano un servizio con standard internazionali!

Addirittura due assistenti di volo hanno camminato per 10 minuti lungo il corridoio con in braccio una bambina che piangeva.

Piccole cose che hanno fatto la differenza per quei due genitori che sicuramente decideranno di volare nuovamente con Indigo.

Ho capito che la cortesia veramente ripaga. Non a caso è la compagnia aerea che trasporta più passeggeri in India.

Certamente il prezzo ha un ruolo importante, dopotutto per un Indiano anche quello che è gratis costa troppo!

Ma qui ci sono almeno altre due compagnie aeree low cost, Spicejet e Goair, che hanno prezzi competitivi, quindi le alternative ci sono. Ma il servizio è tutto.

La Cortesia Ripaga… Sempre

Arrivo al punto.

Se in un paese difficile come questo, dove l’educazione la compri dando qualche banconota sottobanco, la cortesia nel servizio fa la differenza tra il “ti sceglierò la prossima volta che volo” ed il “non volerò mai più con voi”, allora l’ipotesi è confermata.

L’ipotesi che essere cortesi ripaga. Sempre.

Nel lavoro, al bar, in banca, dal benzinaio, con i genitori, con gli amici ed il vicino di casa. La cortesia è qualcosa che tutti si aspettano, ma sembra che al giorno d’oggi sia l’eccezione e non la regola.

Pertanto, le compagnie aeree dovrebbero investire molto di più sul benessere e le condizioni di lavoro di coloro che lavorano a stretto contatto con i clienti (assistenti di volo e passeggeri).

Un dipendente soddisfatto della cultura aziendale e delle proprie condizioni di lavoro avrà un’efficienza lavorativa maggiore e sarà più disposto ad essere genuinamente cortese con il cliente.

Un cliente fidelizzato invece farà pubblicità positiva e porterà molte altre persone a comprare biglietti aerei con quella data compagnia aerea.

Così come sta accadendo per Indigo che lavora in un paese con clientela veramente difficile da soddisfare, ma ce la stanno facendo.

Qual’è la tua esperienza con le compagnie aeree che voli? E con la cortesia delle persone che incontri??

Una risposta

  1. Tiziano 25 Novembre 2016

Lascia un commento