La noia ha invaso la scuola

Ti sei mai chiesto perchè i ragazzi di oggi sono così arroganti e maleducati?! Ascoltando una trasmissione in radio oggi, ho sentito un sacco di persone con un pensiero comune sui giovani studenti e quello che più si diceva era che sono molto maleducati e che la scuola non gli dà un’aduegata preparazione.

Ora, sull’arroganza sono d’accordo. Non è proprio arroganza se non piuttosto una mancanza di riconoscimento dell’autorevolezza di altri (senza entrare nel dettaglio, ci sono 18enni con più autorevolezza di 50enni), del rispetto, del senso di cittandinanza nei confronti della comunità.

Questi sono i ragazzi di oggi. Ma vogliamo parlare dei genitori?! I genitori di oggi delegano alla scuola il ruolo educativo e formativo senza prendersi le responsabilità del loro comportamento che porta spesso i giovani ad essere poco rispettosi o se vogliamo, poco fiduciosi nei confronti delle istituzioni e delle persone che ne fanno parte.

Sull’altro fronte ci sono gli insegnanti che sfidano i genitori a passare un giorno in classe per fargli capire come sia avere 20 (o più) mezzi delincuenti da domare! I leoni al circo sono più obbedienti! 😉

La guerra fra i due fornti non finirà mai, ma su una cosa sono d’accordo… e qui sono a favore degli insegnanti… i genitori spesso perdono il controllo dell’educazione dei loro figli o dell’effetto che hanno sulla loro vita… o meglio ancora, non sanno quale effetto positivo potrebbero avere.

Hai mai conosciuto quel genitore che sempre, costantemente ed incessantemente vuole saperne di più della scuola, del professore, dell’amico, della moglie, del marito, dell’istituzione, delle statistiche, dei professionisti… hai presente quelli che stravedono per i figli?! Proprio di loro sto parlando. Nulla di male, ma se preso a dosi eccessive può nuocere alla salute del figlio!

Dal “sei il migliore” a “sii il migliore”

I genitori, a differenza dei professori, vogliono che i loro figli siano i migliori, vogliono il loro bene, non gli fanno mai mancare nulla, vogliono figli preparati per il futuro, li vogliono con una rete sociale ampia, obbedienti e per bene, quasi perfetti.

Mentre i professori, a differenza dei genitori, dovrebbero volere il meglio per i ragazzi ed avvicinarli a quell’idea di loro stessi dove desiderano essere il meglio di sè! Non il migliore, come vorrebbe il genitore, ma il meglio di sè, “essere il lato migliore”.

La realtà è che i genitori pretendono troppo e senza essere una guida o maestri dei loro figli, mentre i professori vedono quello che i ragazzi non sono, vedono gli errori e cercano di correggerli in base ad un’idea propria del giusto che non corrisponde alla realtà.

Ogni ragazzo è diverso e deve essere trattato diversamente… e qui ti si rizzano i capelli, vero?! “Ma come, tutti uguali, tutti sulla stessa barca, trattare uno meglio o peggio dell’altro? ma non si può, una classe dev’essere unita!”

Bene, se una classe fosse bella unita, tutti uguali, tutti belli carini e felici, non credi che non avremmo di questi problemi oggi?! Evviva la differenza! Ma diamoli spazio a sti ragazzi sia a casa che a scuola!

Ma io mi chiedo, se veramente tutti gli adulti ritornassero a scuola, nella scuola di oggi, non quella di ieri, come si troverebbero incontrando ogni santo giorno una persona che non li stimola, ma anzi rimarca i loro errori, i loro diffetti?! Impazzirebbero!

Tutto il resto è noia

Ma tu genitore che leggi questo articolo, hai mai chiesto a tuo figlio come si sente a scuola?! Probabilmente si… ma tu adulto che leggi questo articolo hai mai chiesto ad un adolescente come si trova a scuola?! – Risposta… “me ne sbatto! sti ragazzi son tutti arroganti e non meritano niente!”

Bene, i ragazzi di oggi vivono la scuola con passione e quello che dicono è quanto segue: ma che palle, ciaffaccio più, domani resto a casa, che palle, non li sopporto più, che palle! E che palle!

La noia è una brutta bestia ed i professori sono esperti nel generarla e mantenerla viva! Mentre i genitori sono specialisti nel ignorare la noia per cercare il problema solo nel figlio e nella scuola, mentre loro, esseri superiori, genitorialus doc… sono perfetti!

La soluzione

La soluzione che propongo io, non te la scrivo qui, ma nel prossimo articolo. Se leggi gli articoli sulle potenzialità, su come valorizzare le potenzialità degli adolescenti e quali sono gli effetti che questo può avere sulla loro vita, allora avrai già capito tutto!

 

Commenti

  1. BERTINA 27 Marzo 2013
    • Daniele 27 Marzo 2013

Lascia un commento