3
5866

La Vita Familiare di un Pilota

pilota e famiglia

Com’è la vita privata di un pilota di linea?

Dalla mia esperienza intervistando vari piloti sia di linea che militari, risulta che la vita privata non è cosa semplice da gestire per chi fa questo mestiere.

È un po’ come per gli uomini d’affari che viaggiano ogni settimana e stanno poco tempo a casa, ma per un pilota la cosa è forse ancora più complessa perché non può decidere (non sempre almeno) di rimanere a casa se ne avesse la necessità.

Generalmente i piloti hanno una vita felice con alti e bassi come tutti. Quando non è in servizio, il pilota cerca di evitare di pensare ai propri turni, alle litigate con colleghi o superiori, cerca di distrarsi, insomma fa una vita normale come chiunque.

Molti piloti mi hanno raccontato che addirittura preferiscono evitare di dire che lavoro fanno perché sanno già che gli verranno chieste una miriade di domande da parte di curiosoni che pensano che fare il pilota sia ancora così glamour come negli anni ’60.

In realtà, la vita del pilota è alquanto stressante e pesante e non mi sorprende sentire che anziché dire “sono un pilota” dicano “lavoro in aeroporto”!

Vita matrimoniale

La vita matrimoniale deve partire da una comprensione da parte di chi rimane a terra (marito o meglio che sia), sul fatto che spesso la famiglia non sarà completa durante alcuni importanti eventi o festività, come natale per esempio.

Ci deve essere fiducia e non il sospetto che potreste finire a letto con tutte le assistenti di volo che incontrate. Sicuramente ci sono molte occasioni, ma non significa che dobbiamo rovinarci la vita.

Al contrario invece, può essere che la lontananza quasi periodica, può rendere le cose più piccanti e passionali e migliorare la relazione di coppia.

Il periodo speso a casa è un tempo di qualità, si cerca di recuperare un po’ di tempo perduto, ci si dedica ai propri hobby o ad impegni rimandati.

Cosa può fare un pilota per migliorare la relazione?

Per prima cosa dobbiamo ricordarci che i piloti e familiari hanno molti benefit con la compagnia aerea, pertanto invitare la moglie o il marito a seguirti in un viaggio lungo in cui sai che starai fuori casa per parecchio tempo aiuta a sentire che siete più vicini e poi anche lei (o lui) può vedere come vi comportate con colleghi e che vita fate.

Puoi  anche invitare il compagno o la compagna ad andare in viaggio con amici o a visitare parenti lontani sfruttando i benefit sui voli.

Ma se lei o lui vuole vedere solo il lato negativo del tuo lavoro, allora non ci sarà modo di vivere felicemente, ma ti scontrerai sempre con una persona che non riesce ad adattarsi a questo stile di vita.

Da parte tua invece (tu pilota), tua moglie o tuo marito, quando torni a casa dopo giorni di servizio, si aspetta che passi del tempo con lui o lei.

Anche se è complesso, impara a rimandare il tempo che vuoi dedicare a te stesso per dedicarlo a lei o lui che comunque ti permette di fare il tuo lavoro e di vivere in una famiglia felice.

È possibile fare il pilota ed avere una vita felice, bisogna seguire alcune regole e le cose funzionano, ma in quale famiglia non è così?!

Se sei un pilota racconta la tua o le tes esperienze per dare consigli utili ad altri piloti che come te fanno questa vita.

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento