554

Le Compagnie Aeree che Rischiano Volando Sopra la Siria

mea airlinesHo letto un interessante articolo scritto da Alex Macheras sul suo sito in cui dimostra come ci siano ancora compagnie aeree che accettano il rischio di volare sopra la Siria senza informare i propri passeggeri.

Questo è un problema a cui ho sempre fatto attenzione, ma non volevo crederci.

Ho sempre cercato di seguire le rotte aeree negli ultimi anni e l’ho fatto semplicemente seguendo gli aerei in tempo reale su Flightradar24.

Per dimostrarlo ti mostro qui sotto uno screenshot preso da Flightradar24 il giorno 28.10.2018, in cui sono visibili gli spazi aerei vuoti di Siria e Iraq. Gli unici aerei presenti sono quelli di MEA – Middle East Airlines.

flightradar24

Il conflitto Siriano ha già ucciso 350.000 persone e lasciato senza casa 11 milioni di persone dal 2011. Da molti anni le Nazioni Unite stanno cercando di portare una tregua alla guerra civile ed aiutare le 750.000 persone che ancora vivono nella parte sud-ovest del paese.

È bene ricordare che nel 2014 un aereo della Malaysia Airlines, volo MH17, era stato abbattuto da un missile di terroristi “amatoriali” durante il periodo di conflitto in Ucraina.

Gli Stati Uniti hanno informato i propri cittadini di non volare sopra paesi quali Siria, Iraq, Libano. Chiaramente volare sopra questi paesi non dipende dagli Stati Uniti, ma dalle autorità di ogni singolo paese.

Pertanto, volare con una compagnia aerea non Americana che ha il permesso dalle propria autorità locali di sorvolare la Siria, porterà qualunque passeggero di qualunque nazionalità a volare sopra quello spazio aereo.

Alto rischio per passeggeri inconsapevoli

Al momento l’unica compagnia aerea NON Siriana o Irachena che vola sopra la Siria è la compagnia di bandiera del Libano, Middle East Airlines.

Questo però, non deve portarti a pensare che basti decidere di evitare questa compagnia per non correre alcun rischio.

Il codesharing tra la MEA e altre compagnie aeree ben note quali Turkish Airlines, Etihad e Royal Jordanian Airlines potrebbe farti volare su un aereo MEA.

Queste compagnie aeree più note permettono ai propri passeggeri di volare in codesharing su un aereo MEA consapevoli che moltissimi dei loro voli passano sopra la zona di guerra in Siria.

Addirittura molti piloti della compagnia aerea MEA hanno scattato foto delle esplosioni che accadevano sotto di loro. Molti di questi piloti si sono fatti sentire in forma anonima sui media Libanesi dichiarando che non si sentivano sicuri a volare su queste rotte.

Per i passeggeri che scelgono di volare con MEA e con altre compagnie aeree in codesharing il problema rimane serio e reale.

Queste compagnie aeree, nel rispetto della sicurezza dei passeggeri, dovrebbero informare, al momento dell’acquisto del biglietto aereo, che il volo scelto passerà sopra la Siria e lasciare al cliente stesso la scelta se acquistare o meno il biglietto.

Perché volare sopra la Siria?

Il motivo che porta la MEA a volare sopra la Siria è semplicemente una questione di risparmio economico.

Molti dei loro voli verso est passano sopra quella zona ed aggirarla risulterebbe in un maggior consumo di carburante.

Per esempio un volo della Jordanian Airlines da Beirut ad Amman, durava solo 1 ora e sorvolava la Siria. Ora quel vola dura quasi il doppio perché la rotta porta l’aereo sopra il Mediterraneo e poi dentro l’Egitto e Giordania.

MEA

Per fare un altro esempio, un volo dal Libano a Dubai porterebbe un allungamento della rotta di soli 25 minuti per evitare la Siria, ma nemmeno in questo caso la compagnia accetta la soluzione e preferisce il rischio.

beydxb

In conclusione, ancora una volta appare che il costo prevale sulla sicurezza. Ho riportato altri incidenti in cui il management di una compagnia aerea ha preferito i soldi alla sicurezza dei passeggeri (vedi l’incidente aereo in Colombia del 2016).

Fonte: Aviationanalyst.

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento