Parliamo di cultura

Vivamo in un paese dove la cultura sta prendendo un piede un po’ strano. Siamo italiani, ma non ci sentiamo tali, o meglio, ci sentiamo italiani quando si parla di moda, di cibo o di quanto bello sia il nostro paese. Quando invece si parla di debito pubblico, di mafia, corruzione e quant’altro sia “tipico” italiano, allora non si sa più chi siamo.

Crisi d’identità pura… se gli adolescenti soffrono di crisi d’identità perchè non vgliono più essere trattati come bambini, ma non sanno nemmeno come essere adulti, noi ci coccoliamo nella nostra storia, cultura e arte quando ci sta bene, mentre quando siamo ladri, corrotti o lavativi allora andiamo in crisi e ci lamentiamo. Abbiamo dimenticato che l’Italia è cresciuta, che era nata, maturata ed ora è adulta. Siamo nati più di 60 anni fa e oggi abbiamo cambiato identità.

Anche in aeronautica sta avvenendo un po’ la stessa cosa, forse perchè sono sempre gli italiani a “fare” aviazione, ma anche qui le cose stanno cambiando e la crisi d’identità si sente. Sia a livello commerciale nelle compagnie aeree, che a quello amatoriale con l’avvento del VDS.

Cultura e Cultura

Senza dare una definizione di cultura, esistono culture e culture… la cultura della sicurezza, cultura aeronautica, cultura organizzativa e altre forme di cultura. Quello che dovrebbe cambiare è una profonda rivoluzione nella cultura aeronautica e della sicurezza.

Parlando con un pilota di VDS tempo fa ci siamo confrontati su quanto i piloti siano consapevoli della sicurezza del volo e del fattore umano in aviazione. Gli ho chiesto se sapesse cos’era la Situational Awareness (SA), non ne aveva mai sentito parlare. Ovviamente non si pretende che tutti siano esperti di fattore umnano, ma dopo avergli spiegato cos’era, e qual’era l’importanza della SA mi ha chiesto quale, secondo me, poteva essere una soluzione per migliorare la sicurezza del volo.

Gli ho risposto che solo la cultura poteva farlo. Cambiare la cultura significa cambiare il comportamento delle persone. Questo è il potere della cultura. Quindi, cultura e cultura, non una priva di identità e fatta di parole, ma concreta e basata sui fatti e sulle competenze.

La nascita di una cultura

Una cultura nasce quando un gruppo di persone, guidate da un leader o meno, si trovano a dover affrontare dei problemi. Se il loro lavoro di gruppo produce soluzioni positive che portano al successo allora quel gruppo interiorizza una cultura nata implicitamente ed inconsciamente che darà loro modo di scoprire e rafforzare i loro valori, le relazioni fra loro, la comunicazione.

La cultura permette di rispondere a due problemi: l’integrazione interna e l’adattamento all’esterno. Ovvero, trovare soluzioni rispetto all’ambiente per sopravvivere e intergrazione interna intesa come relazioni tra le persone che producono soluzioni affinchè si possa rispondere ai problemi provenienti dall’esterno.

Tradotto… la sicurezza del volo è l’ambiente, le organizzazioni sono i gruppi che interagendo tra di loro producono soluzioni affinchè si possa rispondere alle esigenze di sicurezza.

Lascia un commento