1
512

Il Pericolo dei Danni Strutturali alla Fusoliera

crepe fusoliera aereoUno dei pericoli maggiori in aviazione è quello di volare con un aereo che ha dei danni strutturali alla fusoliera o a qualunque altra parte.

Per danni strutturali intendo crepe, corrosione o segni di qualunque genere che indicano qualche tipo di indebolimento della struttura che compone la fusoliera.

Fai questo esercizio ora.

Immagina un aereo e visualizza quali sono le parti principali che lo compongono se lo guardi da fuori.

Vedrai la fusoliera, le ali, elevatori, timone, motori e carrello.

È estremamente pericoloso quando una di queste parti ha qualche forma di indebolimento del metallo. Le conseguenze possono esser disastrose come potrai immaginare.

Facciamo chiarezza su un paio di punti.

Sai di quale materiale è fatto un aereo?

È fatto di alluminio, principalmente. Gli aerei di linea di ultima generazione sono fatti anche in fibra di carbonio che permette di ridurne il peso.

La maggior parte comunque sono costruiti in alluminio. Ogni aereo ha uno scheletro interno rivestito da pannelli di alluminio uniti con dei rivetti.

Quando parlo di crepe o danni strutturali mi riferisco a questi pannelli di rivestimento in alluminio.

Facendo molti cicli (un ciclo equivale a un decollo e atterraggio), la fusoliera dell’aereo si espande e si restringe ogni volta che vola a 10.000 metri di altezza.

Salendo di quota la pressione esterna diminuisce, mentre la pressione interna rimane all’incirca pari a quella che si ha a 2.000 metri di quota. Significa che la pressione interna è maggiore di quella esterna.

Questo fa sì che la fusoliera si espande, si allarga per poi restringersi nuovamente quando si ritorna a terra, ovvero quando la pressione esterna aumenta e spinge sulla fusoliera.

Questi cicli di espansione e restringimento causano un fenomeno chiamato Fatica e può essere molto dannoso per il metallo. Per questo stesso motivo i finestrini degli aerei sono ovali.

Ti faccio un esempio che puoi sperimentare a casa.

Cerca un filo di ferro o uno di quegli appendini in alluminio o una graffetta. Inizia a piegarlo ripetutamente sempre nello stesso punto ed iniziare a sentire che il filo inizierà ad indebolirsi nel punto in cui viene piegato, fino a spezzarsi.

Questo fenomeno si chiama Fatica.

La stessa cosa avviene alla fusoliera dell’aereo. Chiaramente non si piega, ma questi cicli di espansione e restringimento indeboliscono la struttura.

Le varie manutenzioni che si fanno permettono di identificare questi punti deboli che possono trovarsi a volte tra un pannello di alluminio e l’altro, altre volte in corrispondenza di un rivetto o altre posizioni.

Ci sono diversi punti della fusoliera in cui può generarsi una crepa. Alcune di queste crepe non sono identificabili dall’uomo, ma i cicli di manutenzione prevedono anche un controllo con una sorta di “raggi-X” che permettono di guardare dentro il metallo.

Altre volte ci possono essere delle formazioni di corrosione, oppure i serbatoi del carburante sono troppo vecchi e vanno cambiati interamente.

Anche le ali ed i piloni dei motori vanno tenuti sotto controllo. Con il passare del tempo, sempre per il fenomeno della fatica, si possono generare delle crepe o il metallo semplicemente si indebolisce.

Chiaramente non devi temere. La vita di un aereo può superare i vent’anni di servizio cosa che un’automobile raramente riesce a fare.

Questo è possibile perchè la manutenzione viene effettuata regolarmente ed i controlli sono molto dettagli e minuziosi.

In questo articolo ti avevo già parlato della manutenzione nelle compagnie aeree. Dagli un’occhiata.

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento