Un Re senza trono – L’ Umiltà

Hai mai sentito parlare di un Re senza trono?! Era un Re umile che non ostentava la sua ricchezza, era un Re amato da tutti e che tanto ha dato al suo popolo. Lo conosciamo tutti, tutti possiamo imparare da lui e tutti possiamo essere come lui, possiamo essere dei Re o Regine senza trono!

Non ti dirò di chi sto parlando, anche se forse lo avrai già capito. Quello che ci ha insegnato questo Re è come essere umili.

Ghandi è un altro grande esempio di umiltà, ma anche di determinazione e di coraggio. Conosciamo tutti la storia di Ghandi… quanto possiamo imparare da lui?

L’umiltà è la capacità di non sentirsi mai arrivato, di comprendere che i propri limiti non sono oggetto di lamento, ma parti costitutive di sè, alcuni sono superabili altri no. L’umiltà è la capacità di avere una visione complessa di sè, dei propri limiti e delle proprie potenzialità.

Per allenare l’umiltà si possono fare piccole cose quotidiane iniziando dal darsi una calmata! Hai presente quei figoni che sanno tutto che te la vendono su qualunque cosa (almeno ci provano)… ecco non prenderli da modelli. Inizia col non ostentare i tuoi successi!

Potresti anche evitare di impressionare gli altri. Questo atteggiamento oltre che dare fastidio ha anche un effetto negativo per la tua autostima. Impressionare gli altri spesso è un segno di insicurezza o mania di protagonismo. Un atteggiamento sobrio e corretto che dimostra interesse nei confronti delle altre persone è sempre un buon modo per fare bella figura e sentirsi bene con se stessi. Sii consapevole delle tue capacità e dei tuoi punti di forza, senza finta modestia.

Quando sei in gruppo, parli più degli altri?! Sei uno di quelli che per tre ore racconta il viaggio a Sharm in villaggio turistico?! Ecco, evitalo per cortesia! Insopportabile… Prima di tutto un viaggio a Sharm non è un viaggio sulla luna, ci vanno tutti ed hai ben poco di che vantarti, seconda cosa… non gliene frega niente a nessuno dei tuoi viaggi!!! Quindi, se sei in gruppo non parlare più degli altri!

Spesso sul lavoro, tra amici o a scuola le persone riescono meglio in alcune cose e peggio in altre. Fai complimenti sinceri a chi trovi migliore di te in qualche campo, ma anche aiuta o sostieni chi è peggio di te in cose che a te riescono meglio… sempre senza strafare o ostentare la tua bravura.

Quanti errori commetti in un giorno?! Non lo sai, o ti viene da dire “nessuno”?! Ammettilo, anche tu commetti degli errori… è normale! Mannaggia, quante volte hai sentito sta frase: “Siamo umani, è normale sbagliare!”. Bene, è ora che tu lo capisca. Ammetti che hai sbagliato e chiedi scusa, è la cosa più semplice al mondo.

Prova per una settimana a mettere in atto questi atteggiamenti di umiltà e vedi come cambiano le relazioni con le altre persone!

Lascia un commento