1004

3 Cose che non Sai del Boeing 737

Ci sono almeno 3 cose che non sai del 737 e che sicuramente, almeno una volta, te lo sei chiesto.

Ci sono 3 cose che distinguono l’estetica del Boeing 737 da altri aerei di linea ed ognuna di queste caratteristiche ha una precisa funzione.

Voglio spiegarti in dettaglio queste 3 cose:

1. A cosa servono quelle piccole finestra sopra la cabina di pilotaggio?

2. Perché il carrello non ha i portelloni che coprono completamente le ruote?

3. Perché i motori sono piatti nella parte inferiore?

Ecco, sono certo che almeno una volta ti sei chiesto perché il 737 ha queste 3 caratteristiche.

Vero?

Bene. Vediamo ogni punto e cerchiamo di dare una risposta una volta per tutte.

1. A cosa servono le finestre sopra la cabina di pilotaggio

Se noti bene, i Boeing 737 di prima generazione avevano delle finestre che facevano parte della cabina di pilotaggio. Sono poste sopra le altre finestre della cabina.

Si chiamano sopracciglia.

Risultati immagini per 737 eyebrow windows

Sono delle finestre utilizzate dai piloti durante le virate più strette, in quanto era difficile vedere data l’inclinazione.

Soprattutto in caso di virata per l’allineamento alla pista in finale, era utile poter vedere fuori ed avere la pista sempre in vista.

A quanto pare queste finestre, però, non erano utilizzate dai piloti così tanto. Anzi, davano fastidio perché facevano entrare la luce del sole accecando i piloti che dovevano sempre tapparli in qualche modo.

(A volte utilizzavano le carte nautiche per proteggersi dalla luce durante il volo).

Indagando, gli ingegneri della Boeing avevano capito che le finestre non erano utilizzate ed hanno quindi deciso di toglierle.

Risparmio di tempo durante la manutenzione

Il fatto che queste finestre siano state tolte ha permesso anche di risparmiare 300 ore di lavoro della manutenzione.

Come già saprai, i finestrini di tutto l’aereo ricevono una manutenzione ogni volta che l’aereo raggiunge un certo numero di ore di volo.

Ti consiglio di leggere il post sulla manutenzione per sapere quando vengono effettuati i cicli di manutenzione nelle compagnie aeree.

2. Perché NON ci sono i portelloni sulle ruote posteriori

Avrai notato, ogni volta che il 737 decolla, che non ci sono i portelloni che chiudono il vano del carrello principale.

Le due ruote infatti, rientrano, ma rimangono esposti, seppur “incassati” nella pancia dell’aereo.

Se fai attenzione e guardi altri modelli di aereo, vedrai che ci sono dei portelloni che chiudono e coprono le ruote completamente, mentre nel 737 si vedono le ruote retratte, ma non coperte.

Perché gli ingegneri della Boeing hanno fatto questa scelta?

Per un motivo molto intelligente.

Il Boeing 737 è nato seguendo l’idea precisa di sviluppare un aereo che possa atterrare in aeroporti minori non dotati di mezzi per il carico dei bagagli nel vano bagagli.

Per questo motivo la Boeing ha deciso di mantenere l’aereo il più vicino possibile al terreno e pertanto non era possibile avere i portelloni del carrello perché non c’era sufficiente spazio.

Trovata una soluzione si generano altri problemi

Questa soluzione avrà risolto il problema dell’altezza, ma ne ha generati altri.

Le ruote rimanevano esposte alle intemperie ed era necessario proteggerle il più possibile.

Inoltre, era necessario proteggere il vano del carrello, in quanto al suo interno si trovano importanti componenti del carrello, dell’impianto idraulico e dei motori.

Era necessario proteggerli nel caso in cui la ruota esplodesse durante il decollo o raccogliesse detriti dalla pista.

I detriti, venendo “sparati” dalla ruota mentre girava ad alta velocità, potevano rompere i tubi idraulici.

Per farlo gli ingegneri hanno pensato a delle soluzioni abbastanza semplici:

1. La prima era quella di inserire una gomma che si gonfiava ogni volta che si chiudeva il carrello. Questa soluzione è stata abbandonata dopo poco tempo perché generava troppi problemi.

2. Hanno messo un anello di gomma attorno al perimetro del vano che, assieme alla ruota, chiudeva l’intero vano.

737 carrello

3. Per risolvere il problema dei detriti hanno messo una lama che pulisce le ruote man mano che ruotano ed entrano nel vano. Inoltre, i freni automaticamente frenano e bloccano la rotazione delle ruote.

3. Perché la parte inferiore del motore è piatto?

Anche questa è una caratteristica tipica del 737. Soluzione trovata per mantenere l’aereo basso per facilitare il carico dei bagagli negli aeroporti minori, come abbiamo detto peril carrello.

In questo post puoi vedere in dettaglio come si sono evolute le posizioni dei motori sotto le ali.

I motori sono chiaramente sempre rotondi al loro interno, ma per avere qualche centimetro in più sotto i motori (utili soprattutto in caso di atterraggio con vento traverso), gli ingegneri hanno pensato di spostare alcune componenti dei motori sui lati ed appiattire la parte posteriore inferiore.

737 motori

Una soluzione semplice che ha risolto un grande problema ed ha permesse a questo aereo di mantenere la sua funzione di velivolo flessibile per ogni aeroporto.

Bene, queste sono tre caratteristiche del 737 che lo caratterizza da molti decenni di servizio.

Spero che questi dettagli abbiano chiarito alcune domande che avevi su questo aereo e se hai bisogno di altre informazioni chiedi pure scrivendomi direttamente oppure lasciando un commento qui sotto.

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento