258

Atterraggi con Vento Forte: Le Tecniche Usate dai Piloti

atterraggio con vento al traversoOggi voglio parlarti di come si atterra con vento forte.

Non è per nulla semplice. Uno dei fattori più pericolosi e temuti dai piloti è il maltempo ed atterraggi con vento forte possono mettere alla prova tutti i piloti.

Le condizioni di atterraggi perfette si hanno quando il vento è direttamente in linea con la pista e l’aereo atterra controvento.

Ad ogni modo, ci possono essere delle condizioni in cui il vento proviene dalla direzione opposta, pertanto in coda all’aereo.

Gli aerei di linea possono atterrare con un vento in coda di 10/15 nodi, ma viene comunque evitato di atterrare in queste condizioni perché comporterebbe un maggior consumo dei freni.

Cosa accade invece quando il vento arriva di traverso sulla pista?

La situazione qui si complica, sia al decollo che in atterraggio.

Quando il vento arriva da un lato, quel lato riceve più aria rispetto a quello opposto.

Per questo motivo durante un atterraggio con vento al traverso, ci sono diverse tecniche che i piloti utilizzano per controllare l’aereo in questa fase delicata del volo.

Atterrare come un “Granchio”

Una manovra che i piloti possono utilizzare per atterrare quando il vento arriva da un lato è quello di imitare la camminata di un granchio.

Se lo hai mai notato, i granchi camminano in una direzione, ma lo fanno rivolgendo il muso in un’altra. Camminano “angolati” rispetto alla direzione in cui si stanno dirigendo.

La manovra dei piloti si chiama proprio “crab” che significa granchio in inglese.

Saprai già benissimo che un aereo va dal punto A al punto B seguendo una linea retta. Se però il vento al traverso spinge l’aereo in una direzione laterale allontanandolo dal punto B, bisogna compensare lo spostamento laterale rivolgendo il muso dell’aereo verso il vento.

Più è intenso più bisognerà rivolgere l’aereo verso il vento. Questa regola non vale solo in atterraggio, ma anche durante la crociera. Infatti, in quota il vento può spingere l’aereo in una direzione ed il pilota automatico compenserà questo spostamento.

Il fenomeno è decisamente più sentito e più visibile in atterraggio.

Come eseguire la manovra

La manovra è abbastanza semplice, anche se l’intensità del vento può rendere il tutto molto più complicato e pericoloso.

Per eseguirla è sufficiente fare due semplici movimenti coordinati:

  • spingere sul pedale per ruotare il muso dell’aereo verso il vento
  • mantenere le ali livellate agendo sulla cloche o stick

Facciamo un esempio.

S il vento arriva da destra con un’intensità di 8 nodi, basta spingere il pedale verso destra quel tanto che basta per mantenere l’allineamento con la pista.

Se invece l’intensità del vento è di 16 nodi, chiaramente sarà necessario spingere un po’ di più sul pedale.

Le ali vanno mantenute livellate e bisogna regolare di volta in volta l’angolo che si crea tra l’asse longitudinale dell’aereo e l’asse della pista.

Come uscire dalla manovra prima di toccare terra

Questo è il momento più critico. Bisogna raddrizzare l’aereo rimettendo il muso dell’aereo in linea con l’asse della pista.

Chiaramente, come potrai immaginare, il vento continuerà a spingere l’aereo da un lato, pertanto è importante uscire dalla manovra negli ultimi metri prima di toccare terra.

Per compensare lo spostamento del vento negli ultimi metri e durante il rullaggio sulla pista bisogna usare gli alettoni spingendo l’aereo verso il vento.

Per esempio, considerando che il vento arrivi sempre da destra, per rimetterci in linea con la pista dovremo spingere pedale sinistro e contemporaneamente ruotare la cloche o spingere lo stick verso destra.

Anche una volta a terra è importante mantenere la manovra e continuare a controllare l’aereo perché comunque il vento può avere seri effetti, almeno fino a quando le velocità è elevata.

Una volta che si riduce la velocità, le ali non hanno più portanza e l’effetto del vento è controllabile, si può riprendere il controllo normale.

Ecco quindi come si controlla un aereo durante un atterraggio con vento al traverso. Qui puoi vedere la manovra messa in atto durante questi atterraggi con forte vento.

Mostra i commenti

1 commento

  1. Paolo Bini 1 Febbraio 2019

Lascia un commento