1
3065

Atterraggio Aereo: Cosa si Prova

Domanda ricorrente tra chi ha paura di volare o tra chi non ha mai volato. Chi non ha mai volato prima sarà curioso di sapere cosa si prova durante  l’atterraggio.

aereo atterraggio

Sto cercando il modo giusto per descrivere le sensazioni che si provano in atterraggio, ma onestamente non è così semplice.

Non è nulla di emozionante, è puramente una questione fisica, nel senso che ci sono molte forze che colpiscono l’aereo e si sentono molti movimenti, quasi come quando ci si trova in barca.

È un continuo fluttuare. Ma entriamo nel dettaglio tecnico per capire cosa succede durante l’atterraggio.

Atterraggio: La Tecnica

Bisogna tenere in mente che un aereo ha una velocità di crociera di quasi 900km/h, però non è possibile atterrate a quella velocità, bisogna rallentare, ma nel farlo si vanno incontro ad alcuni problemi, il più importante dei quali è evitare lo stallo.

L’aereo va in stallo quando la velocità è molto bassa e le ali non hanno più portanza, ovvero non riescono più a mantenere l’aereo in volo. Per evitare questo problema le ali sono dotate di Flaps e Slats che servono ad aumentare la superficie alare e quindi aumentare la portanza.

Flaps: Si trovano nella parte posteriore dell’ala e si vedono scendere nel momento del decollo e dell’atterraggio.

Slats: Si trovano nella parte anteriore dell’ala e si vedono scendere anche nelle due fasi di volo.

Ora, fai attenzione, quando voli e devi rallentare un aereo di decine se non centinaia di tonnellate, ci sono moltissime forze in gioco. Nel rallentare si sente come una leggera “frenata” e senti il rumore dei flap che si abbassano e la “frenata” aumenta. Più si abbassano i flap più senti l’aereo che rallenta.

Ma come frena un aereo in volo? Bella domanda. È abbastanza semplice, prima di tutto si rallenta diminuendo la potenza dei motori, ma spesso, durante la fase di discesa, visto che l’aereo accelera grazie alla forza di gravità (come una macchina in discesa), bisogna utilizzare gli aerofreni, ovvero delle superfici che si sollevano dal “dorso” dell’ala.

Quando gli aerofreni sono abbassati sono parte integrante dell’ala, quindi è difficile individuarli, ma appena il pilota li utilizza, si vede una lama metallica che agisce come un muro rallentando l’aereo.

A321_flaps_spoilers_from_cabin_smallLe sensazioni

La sensazione fisica è di una macchina in costante frenata combinato con una barca in balia delle onde.

Ci si sente un po’ nauseati. A livello mentale scatta un po’ d’ansia perchè sembra che l’aereo vada talmente piano che manca poco a che cada.

In alcuni momenti si sente un’accelerazione perchè il pilota mantiene la quota e la velocità aumentando o diminuendo la potenza dei motori e alzando o abbassando il muso dell’aereo.

Oltre a queste sensazioni si sentono molto le virate perchè a bassa velocità l’aereo deve inclinarsi molto.

Insomma, per concludere, volare fondamentalmente è un fluttuare nell’aria e le forze che colpiscono l’aereo sono molteplici.

La paura di volare o quella sensazione di ansia che ti prende al momento del decollo e atterraggio sono normali perchè non sei abituato a volare e non sei abituato ai movimenti che fa l’aereo.

Più voli, più ti abitui e più saprai quali sono le fasi di volo. Ogni volo è uguale all’altro perchè ci sono precise procedure che i piloti devono seguire.

Buon volo! 🙂

Mostra i commenti

2 Comments

  1. Marco Pellegrini 20 Luglio 2016
    • Daniele 20 Luglio 2016

Lascia un commento