Cos’è il GPWS (Ground Proximity Warning System)

come funziona il gpws

Se potessimo trovare uno strumento della cabina di pilotaggio che si comporta come un segugio, questo sarebbe senza dubbio il GPWS – Ground Proximity Warning System. È il miglior amico dei piloti. Parla, e quando si stanno per schiantare li avvisa indicando loro cosa fare!

È uno strumento importantissimo come puoi ben comprendere. Fa proprio quello che ho detto, se l’aereo si sta per schiantare a terra o contro una montagna il GPWS ha la capacità di avvisare i piloti e indicare quale manovra effettuare.

Introdotto negli anni ’70 nelle cabine di pilotaggio dei liner, ha permesso di eliminare quasi del tutto alcuni tipi di incidenti denominati CFIT – Controlled Flight Into Terrain. Ovvero, un incidente causato dallo schianto dell’aereo contro una montagna, il terreno, un corpo d’acqua o un ostacolo, mentre il pilota ne è ai comandi.

Cerchiamo di capire meglio come funziona il GPWS e come aiuta i piloti.

Come funziona il GPWS

Utilizza un radioaltimetro che misura la distanza dell’aereo rispetto al terreno. Confrontando questo dato con la posizione satellitare dell’aereo ed un database della morfologia del terreno, il computer è in grado di anticipare la collisione avvisando i piloti.

Inizialmente il GPWS non aveva alcun database, pertanto i piloti venivano avvisato troppo tardi nel caso in cui stessero volando contro una montagna, mentre oggigiorno con l’aggiunta del database è tutto molto più sicuro.

Oggi esiste il sistema TAWS – Terrain Awareness Warning System che ingloba il GPWS, diventandone una versione più evoluta. Questo nuovo strumento ha la possibilità di “guardare” non solo verso il basso, ma anche davanti in modo da avvisare con maggiore anticipo (da 30 a 120 secondi) i piloti del pericolo di un ostacolo.

Sono anche in grado di dare un’accurata immagine del terreno (vedi immagine di seguito) sopra il quale si sta volando. Strumento utilissimo se si vola in zona montagnose. Immagina effettuare un atterraggio a Innsbruck senza il TAWS (guarda il video dell’atterraggio).

Gli avvisi del GPWS

Come dicevamo, questo sistema comunica con i piloti e lo fa avvisandoli del pericolo. C’è una vera e propria voce in cabina la quale, in base alla situazione che si sta affrontando, indica il pericolo e la manovra da fare.

Questo un elenco degli avvisi:

“Sink Rate” “Pull up”: quota eccessivamente bassa, traiettoria di collisione con il terreno. Il termine Sink Rate indica che si scendendo troppo velocemente e c’è il rischio di schiantarsi a terra. Mentre il termine Pull up indica cosa fare, ovvero tirare (Pull) la barra per sollevare il muso e riprendere quota o ridurre il rateo di discesa.

“Terrain” “Pull up”: eccessiva vicinanza del terreno.

“Glideslope”: questo avviso viene avvertito durante l’avvicinamento alla pista prima dell’atterraggio, ed indica che si sta scendendo sotto la traiettoria ottimale calcolata dall’ILS. Sarà necessario riprendere la quota corretta per rientrare nella traiettoria.

“Too low” “Speed”: velocità eccessivamente bassa e rischio di stallo imminente.

“Too low flap”: si sta atterrando senza aver esteso correttamente i flap.

“Bank angle”: angolo di virata eccessivo.

“Don’t sink”: quota eccessivamente bassa dopo il decollo.

“Wind shear”: pericolo wind shear.

“Landing gear\Too low gear”: carrelli non estesi.

Durante la fase di atterraggio invece, il GPWS fornisce altre indicazioni rispetto alla quota. Questo l’elenco:

“Twenty-Five Hundred”: Ci si trova a 2500 piedi al livello del terreno.

“Two Thousand”: Ci si trova a 2000 piedi al livello del terreno.

“Fifteen Hundred”: Ci si trova a 1500 piedi al livello del terreno.

“One Thousand”: Ci si trova a 1000 piedi al livello del terreno.

Five Hundred”: Ci si trova a 500 piedi al livello del terreno.

“Four Hundred” Ci si trova a 400 piedi al livello del terreno.

“Approaching minimums”: Ci si trova 100 piedi sopra l’altezza di decisione.

“Three Hundred” Ci si trova a 300 piedi dal livello del terreno.

“Minimums”: È stata raggiunta l’altezza di decisione.

“Two Hundred”: Ci si trova a 200 piedi al livello del terreno.

“One Hundred”: Ci si trova a 100 piedi al livello del suolo.

Fifty”: Ci si trova a 50 piedi al livello del terreno.

“Forty”: Ci si trova a 40 piedi al livello del terreno.

“Thirty”: Ci si trova a 30 piedi al livello del terreno.

“Twenty”: Ci si trova a 20 piedi al livello del terreno.

“Retard”: Indica di posizionare la manetta al minimo.

“Ten”: Ci si trova a 10 piedi al livello del terreno.

Come anticipato, il GPWS è il miglior amico dei piloti. Può essere disattivato, ma questo comporta un rischio enorme per la sicurezza del volo. Normalmente i parametri degli avvisi vengono modificati solo se si deve atterrare in un aeroporto in cui il rateo di discesa è maggiore di 3°.

Per esempio questo avviene per l’aeroporto London-City dove, a causa dei palazzi molto alti del centro finanziario di Londra, è necessario utilizzare un Glideslope di 5,5°. Chiaramente il GPWS inizierebbe a dare l’allarme “Glideslope”.

In questo video puoi senire gli avvisi in un Boeing 737.

Lascia un commento