1
5562

Dopo l’atterraggio i motori vanno su di giri per frenare

reverse-thrustQuante volte subito dopo che l’aereo ha toccato terra si sentono i motori che vanno su di giri per aiutare l’aereo a frenare. Si chiamano “reverse thrust” o inversori di spinta. Si tratta di appositi deflettori posti nella parte centrale o posteriore dei motori che hanno il compito di invertire il flusso d’aria in uscita dai motori stessi, cosa che si traduce in una “inversione di spinta” che, a sua volta, contribuisce a rallentare l’aereo. Anche i turboelica possono “ingranare la retromarcia” semplicemente cambiando l’angolazione delle pale delle eliche in modo da spingere l’aria in avanti anzichè indietro pur lasciando inalterato il senso di rotazione delle eliche.

Ma questo non è l’unico modo che i piloti utilizzano per frenare l’aereo in pista. Considera che si atterra a circa 250km/h, pertanto l’utilizzo dei motori per fermarsi in poche centinai di metri non è sufficiente. Infatti, gran parte della frenata è fornita dai freni e dai “spoilers”, ovvero quelle alette che si sollevano sopra le ali e spingono il flusso d’aria in avanti.

Quando sarai sull’aereo e sarai seduto sul lato finestrino nella parte centrale sopra le ali, cerca di vedere come il reverse thrust dei motori funziona. Guarda anche il video in cui si vede come il flusso d’aria spinge l’acqua sulla pista.

httpv://youtu.be/VrETuZeahbg

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento