Il Coaching per allenare la Situational Awareness

Come già descritto in un altro articolo, la Situational Awareness (S.A.) è composta da molti elementi. Uno di questi è la Sicurezza Personale che una persona ha nella vita quotidiana.

Volare non significa solo fare qualche circuito ogni tanto, non significa fare voli brevi, non significa nemmeno entrare in una routine e lavorare come se fosse qualunque lavoro d’ufficio! Volare significa anche pericolo, difficoltà ed emergenze.

Questo significa che bisogna fare una lunga preparazione prima di ogni volo, ma in generale come piloti bisogna avere alcune qualità. Una di queste è la sicurezza personale!

Perchè la sicurezza personale?!

La sicurezza personale è legata alla fiducia che si ha nelle proprie capacità. E’ definita autoefficacia. Introdotto da Bandura il concetto di autoefficacia individua la sicurezza della persona nelle proprie capacità, ovvero, è possibile sentirsi sicuri di se stessi anche in circostanze poco conosciute grazie alla fiducia e conoscenza che abbiamo delle nostre capacità.

L’autoefficacia corrisponde alla convinzione circa le proprie capacità di organizzare ed eseguire le sequenze di azioni necessarie per produrre determinati risultati.

Le credenze delle persone riguardo la propria efficacia influenzano le capacità cognitive legate alle decisioni, le scelte, le aspirazioni, i livelli di sforzo, di perseveranza, la resilienza, la vulnerabilità allo stress ed in generale la qualità delle prestazioni.

E’ facile capire come in una situazione d’emergenza la fiducia nelle proprie capacità sia un elemento di grande importanza.

Durante l’addestramento di un pilota l’autoefficacia viene allenata ogni volta che si fanno delle simulazioni di emergenza: trovarsi in situazioni diverse significa esercitare la nostra capacità di prendere decisioni o di essere in controllo della situazione.

Immaginate di volare assieme al vostro istruttore e di essere in una simulazione di emergenza, ma una simulazione non programmata. Durante la navigazione l’istruttore toglie potenza al motore senza preavviso. Per un pilota con esperienza questa è una situazione critica, ma tutto sommato semplice da controllare e comprendere, per un pilota alle prime armi, invece, la situazione può essere critica e può indurre a confusione.

La differenza tra i due piloti sicuramente sta nelle loro capacità ed esperienze nell’affrontare, prima di tutto un’emergenza, ed in secondo luogo di identificare esattamente le azioni da intraprendere per affrontare l’emergenza.

Ecco che entra in gioco l’autoefficacia: come si sentirà il pilota novello dopo aver affrontato con successo l’emergenza?! Si sentirà più sicuro di se e delle proprie capacità di pilotaggio!

Come si lega alla Situational Awareness?!

Ci si può trovare da un momento all’altro in una situazione in cui molti elementi giocano contro il pilota. Anche una condizione fisica poco “sana”, un’alimentazione non adeguata, uno stile di vita poco sano, un carattere poco controllato, piuttosto che il traffico aereo elevato nei pressi di un aeroporto, oppure una perdita dei punti di riferimento a terra sono tutti elementi importanti per la nostra S.A., ma possono anche essere la causa dei nostri problemi!

La sicurezza in noi stessi migliora se sappiamo che stiamo facendo tutto il possibile per migliorare la nostra sicurezza in volo.

Per esempio se seguo uno stile di vita sano, non assumo sostanze alcoliche almeno tre giorni prima di un volo, non assumo zuccheri eccessivi e se sono ben idratato, so che sto migliorando la mia lucidità mentale per prendere decisioni importanti qualora mi trovassi in una situazione d’emergenza.

Come si allena l’autoefficacia nel Coaching?!

Può essere allenata in 4 modi:

1. Le esperienze personali dirette, passate, presenti o future. Il successo, inteso come il raggiungimento di un obiettivo, rappresenta una fonte ad alto potenziale di autoefficacia.

2. Le esperienze vicarie, attraverso la trasmissione di competenze e il confronto con le prestazioni ottenute da altre persone.

3. La persuasione verbale e altri tipi di influenze sociali affini che infondono la convinzione sulle proprie capacità.

4. Gli stati fisiologici e affettivi in base ai quali le persone giudicano in parte la loro capacità, forza e vulnerabilità. Gli stati emozionali ed in particolare la sensazione di stress sono fondamentali per la riuscita di un compito.

Esercizio:

1. Riprendi le esperienze di successo più importanti della tua vita o della tua carriera da pilota e rispondi alle seguenti domande:

  • Quali sono state le esperienze più importanti?
  • Quante sono?
  • Come potresti migliorare?

2. Cerca di scovare nella memoria successi di persone che hai conosciuto o che conosci:

  • Quali capacità ha messo in campo?
  • Come puoi imparare dalla sua esperienza?
  • Che beneficio puoi trarne per il futuro?

3. Trova una tua caratteristica positiva. Ora elabora un complimento che ti farebbe piacere ottenere. E’ un esercizio molto difficile!

Spero sia chiaro come può il coaching e l’autoefficacia migliorare la sicurezza del volo. Ora tocca a te iniziare!

Lascia un commento