1
312

Incidente AirAsia: Sviluppo Economico, Eccessivo Traffico Aereo e Mancanza di Addestramento sono Concause

airasia 8501A fine anno ho pubblicato questo articolo, in cui annunciavo il ritrovamento dell’aereo dell’AirAsia caduto in mare durante una tempesta il 28 Dicembre 2014. Ora voglio aggiungere qualche informazione importante, non le cause, ancora non si conoscono esattamente, ma qualche interessante dettaglio.

Prima di tutto si sa che il comandante ha richiesto una quota maggiore per evitare il maltempo, ma non gli è stato concesso il permesso immediatamente a causa di eccessivo traffico aereo. Poco dopo, l’aereo è scomparso dai radar.

Questo episodio, anche se non totalmente spiegato, ha portato gli esperti a pensare che ci siano dei problemi di sicurezza in una parte del mondo dove gli standard di sicurezza appunto non riescono a stare al passo con l’aumento del traffico aereo.

Lo Sviluppo Economico è un Complice

L’Asia sta vivendo un’enorme sviluppo economico che ha permesso ha molte compagnie aeree di nascere e crescere molto rapidamente. Questo significa che i cieli, in quella fetta di mondo, si sono riempiti e ne consegue un aumento di traffico aereo, ma anche una maggiore quantità di servizi e persone collaterali necessari per il funzionamento di tutto il sistema aereo.

Molte compagnie hanno seguito il trend di crescita migliorando il loro sistema si sicurezza garantendo voli sicuri, assumendo personale addestrato e costruendo nuove infrastrutture, cosa che invece molti altri non hanno fatto.

In particolare Malaysia e Singapore hanno seguito il trend di crescita e tutto ciò che ne consegue, ma non l’Indonesia. Il paese deve assolutamente intraprendere un percorso di addestramento del personale e crescita delle infrastrutture per poter gestire il traffico aereo dei propri cieli.

Il Controllo del Traffico Aereo

Non è detto che una mancanza di addestramento da parte dei controllori di volo sia stata la causa dell’incidente AirAsia 8501 da Surabaya a Singapore. Rimane però la questione della professionalità dei controllori.

In passato, nel 2012, un’eccessiva pressione sui controllori di volo, ha portato all’incidente di un aereo Russo che si è schiantato contro una collina dell’isola di Java.

In questo caso, anche se la colpa era stata attribuita al pilota per aver ignorato gli allarmi dell’aereo, dalle investigazioni si è scoperto che il controllore in turno in quel momento stava cercando di comunicare con altri 14 aerei allo stesso tempo.

Oltre a queste preoccupazioni ce ne sono altre legate alla cultura della sicurezza poco sviluppata in quei paesi. Ma anche il cattivo addestramento dei piloti vista la rapida crescita delle compagnie aeree è parte delle concause di incidenti.

Conclusioni

A mio avviso, la rapida crescita economica e aeronautica porta le persone in Asia a vivere quello che si era vissuto in Europa o in America 30/40 anni fa, ma quella volta il traffico aereo probabilmente era meno della metà di quello odierno. La tecnologia era minore (quindi meno complessa) e c’era un’attenzione maggiore ai rischi e allo sviluppo di sistemi di sicurezza.

Oggi, in Asia, la complessità del sistema aviazione ha sovrastato la preparazione e le competenze, insomma si gioca con un’arma estremamente pericolosa, complice l’euforia dello sviluppo del momento. Le cose stanno prendendo una piega pericolosa e la soluzione si troverà solo se, allo sviluppo economico, si affiancherà anche uno sviluppo culturale e di competenze.

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento