La Paura Di Volare Nasce Dalle Immagini Nella Nostra Mente

paura di volareRiprendo in mano questo argomento che mi sta particolarmente a cuore. Mi piacerebbe che tutti potessero volare serenamente e senza alcuna paura. E’ un’esperienza bellissima ed è un vero peccato rovinarla a causa dell’ansia.

Detto questo ti segnalo l’altro articolo che trovi su questo Blog in cui ti spiego brevemente cos’è la paura di volare.

Ora, però, voglio parlarti delle immagini che si generano nella nostra mente e che sono causa dell’ansia.

Cosa sono le immagini?

Le immagini sono tutto. La nostra mente è riempita di immagini, siamo soggetti alle immagini e tutto quello che proviamo, le nostre emozioni ed i nostri sentimenti, sono generati dalle immagini.

Un’immagine mentale è anche causa dell’ansia che provi quando voli, infatti la paura di volare è la reazione del corpo, una reazione fisiologica ad una minaccia che nella realtà non esiste.

Se non esiste nella realtà, dov’è questa minaccia? Nella tua mente! Sotto forma di immagine.

Non proviamo ansia solo quando voliamo. La proviamo anche quotidianamente o in momenti particolari della nostra vita.

Per esempio, una donna che si innamora di un uomo sposato e vive con lui un’esperienza bellissima, emozioni da sogno che le fanno immaginare una vita piena di amore e felicità.

Quando lui si accorge che sta perdendo il controllo della sua vita e si allontana da lei per ricostruire il rapporto con la moglie, allora la donna si sente abbandonata e l’ansia di rimanere sola inizia a montarsi nella sua mente con immagini di una vita isolata, senza una persona al proprio fianco.

L’isolamento infatti, è da sempre una punizione pesante utilizzata anche nelle carceri. Se una persona ha queste immagini di sè sola e senza una vita relazionale piena, bastano queste immagini per far scattare quella paura che chiamiamo ansia!

Le Emozioni

Le immagini sono un elemento fondamentale nella generazione di emozioni. Il corpo reagisce a queste emozioni, sono correlati, un’emozione è parte del corpo, un’emozione è tale proprio perchè il corpo si trasforma. L’emozione esiste quando le sostanze chimiche dal cervello entrano nel corpo e lo fanno reagire.

Questa reazione può essere diversa per ognuno di noi. Dipende. Possiamo sentirci imbarazzati o pieni di vergogna davanti ad una persona, oppure ci sentiamo arrabbiati e pieni di paura quando affrontiamo un esame o un colloquio. Quello che rende la vergogna, la rabbia o la paura un’emozione è la specifica reazione del corpo.

Nella vergogna i muscoli del corpo si irrigidiscono, il sangue entra nel cervello e scorre più velocemente nelle vene e questo si vede in volto (si arrossisce).

Nella paura il corpo si prepara per la fuga o il combattimento. Se è pronto alla fuga, il battito del cuore si abbassa, aumenta la pressione venosa, il respiro aumenta e l’intestino elimina tutto ciò che è superfluo per facilitare la fuga. Ecco da dove deriva il detto “Farsela sotto” o “Ca…..si addosso”! 🙂

Le Emozioni nella paura di volare

Ecco che nella paura di volare avviene la stessa cosa. Le immagini di morte, le immagini dei disastri aerei che volutamente abbiamo cercato perchè convinti che ci aiutano, l’immagine dell’aereo che si stacca da terra, la propria casa che lentamente si allontana… sono tutte immagini che alimentano l’ansia.

Per iniziare a liberarsene bisogna conoscere il mondo dell’aviazione, gli aerei e le compagnie aeree per quello che sono e non secondo le nostre convinzioni. Dobbiamo sapere come funzionano le cose e poi decidere se averne paura o meno. Dobbiamo vedere l’aereo come un mezzo di trasporto e non come un essere minaccioso.

La seconda cosa da fare è cercare risorse di emozioni positive esterne a noi.

Se non le trovi, bisogna isolare e abbattere l’ansia!

Per concludere ti suggerisco di partire dal primo punto che, in questo sito, troverai facilmente modo di soddisfare.

Gli articoli che scriviamo sono adatti a chi ha paura di volare perchè spiegano in maniera semplice, almeno crediamo di usare un linguaggio semplice, che aiuta a comprendere il funzionamento del mondo dell’aviazione e degli aerei.

Se invece non trovi risposta alla tua domanda, ti ricordo che puoi scriverci dalla pagina contatti o dalle pagine Facebook e Twitter.

Nessun commento

  1. Pingback: Atterraggio Aereo: Cosa si Prova 3 Novembre 2014

Lascia un commento