batteri in aereo

Di recente ho pubblicato un articolo in cui ti avevo descritto 3 minacce che tutti dovremmo conoscere e che si trovano propria dentro o vicino all’aereo. Una di queste minacce sono i batteri della cabina passeggeri.

Voglio approfondire questo argomento perchè mi è capitato spesso di vedere aerei di note compagnie aeree essere veramente sporchi all’esterno e mi sono chiesto qual’è la pulizia degli aerei al loro interno.

Ho trovato dei dati che fanno rabbrividire una persona normale e credo facciano svenire chi è germofobico.

Mangeresti in aereo sapendo che il passeggero prima di te ha cambiato il pannolino di suo foglio sullo stesso tavolino?

Credo di no.

Inoltre, i nostri bagagli vengono in contatti con 80 milioni di batteri prima ancora di arrivare in hotel all’arrivo, figurati alla fine del viaggio quando rientri a casa.

Come si accumulano i germi durante un viaggio

Entrando in contatto di media con 2 tassisti, 4 addetti al bagaglio all’aeroporto e sapendo che normalmente una persona ha 10 milioni di batteri sulle mani (le superfici dei luoghi pubblici ne hanno 33.000), i bagagli entrato in contatto con molti più germi di quello che crediamo.

So per esperienza che gli addetti alle pulizie non hanno il tempo tecnico per pulire l’aereo, pertanto nel momento in cui sali a bordo è probabile che il passeggero prima di te sia uscito dalla cabina anche solo 30 minuti prima, e certamente questo non è un tempo sufficiente per pulire e disinfettare sia le superfici che l’aria della cabina.

Alcune assistenti di volo hanno perfino descritto mamme che cambiano i pannolini dei bambini sul tavolino, persone che si fanno la pipì addosso (mai visto) ed altri che si tagliano le unghie.

Quali le conseguenze?

Facile da comprendere. C’è il rischio di ammalarsi più facilmente e che quindi le nostre vacanze vengano rovinate.

Mangiare su un tavolino pieno di batteri porta ad un rischio elevato di malattia. Oltre ai tavolini, anche le cinture ne sono pieni.

Questi batteri possono anche annidarsi nel nostro intestino e causare pericolose infezioni.

Cosa fare?

1. Il mio consiglio è di portare con se un sapone liquido disinfettante in tasca e lavarsi le mani di frequente.

2. Dare una pulita al tavolino appena ti siedi aiuta a sentirsi in un ambiente più sano e pulito ed uccide un po’ di batteri prima di mangiare.

3. Bevi molta acqua e tieni il corpo sempre idratato.

4. Non camminare a piedi nudi, piuttosto utilizza una delle calze offerte dalla compagnia aerea (se voli su un volo a lungo raggio), oppure tieniti le scarpe addosso.

5. Utilizza le tue coperte perchè quelle della compagnia non vengono lavate spesso.

6. Alla fine di ogni viaggio (ma anche prima di partire) disinfetta la valigia dentro e fuori.

7. Cos’altro fai contro questo problema?

By Published On: 13 Febbraio 2017Categories: Viaggi in Aereo3 Comments

Scarica l'Estratto dei miei Manuali. Riservato solo agli Iscritti alla Newsletter!

I miei manuali scaricabili

Share This Story, Choose Your Platform!

3 Comments

  1. Mauro Toso 11 Luglio 2018 at 18:34 - Reply

    Il regolamento sanitario internazionale e o.m.s — raccomandano di disinfettare le merci che viaggiano ( valigie – borse – pacchi- carrozzine- scarpe ecc… ) viaggiano più veloci del periodo di incubazione dei batteri e virus stessi — da uno stato all’altro… Tali raccomandazioni cadono nel vuoto e sia per gli aeroporti che per le compagnie aeree il problema è marginale perchè non obbligatorio . Gli Stati stessi dovrebbero imporre tale disinfezione e disinfestazione all’arrivo e alla partenza in ogni scalo aeroportuale e navale, a tutela della salute pubblica nonchè degli operatori del settore –di terra e sull’aeromobile. I risparmi in termini di ricoveri ospedalieri e decessi sarebbero molto evidenti , anche in costi economici. ” Figuriamoci in ipotesi di pandemie ( tra l’altro moto probabili e purtroppo attesi !!! )

    • Daniele 11 Luglio 2018 at 18:49 - Reply

      Sicuramente si dovrebbe fare di più anche a livello normativo e tecnologico per trovare soluzioni migliori. Non basta appellarsi al buon senso delle persone.

  2. Daniele 25 Marzo 2018 at 21:23 - Reply

    Posto come commento un’email da un altro lettore con informazioni molto interessanti:

    Buon giorno Sig. Daniele

    Leggevo la questione posta dal lettore a proposito della qualità dell’aria in aereo , a tal proposito posso rispondere per esperienza diretta , io sono un tecnico addetto alla manutenzione degli impianti anche in ospedali, i filtri utilizzati nelle unità ventilanti sono filtri chiamati HEPA, high efficiency particulate air, servono per filtrare pollini, polveri e microbi dall’aria che respiriamo, questi vengono utilizzati nelle sale operatorie e so anche negli aerei

    Il motivo per cui viene mantenuta intorno ai 19°C è perché molti batteri a questa temperatura muoiono.

    Posso dire con assoluta certezza che molti hotel non fanno la manutenzione dovuta per cui nei filtri si accumula di tutto sporcizia batteri etc. la qualità dell’aria di un hotell non è poi cosi pura, ( ovviamente non tutti gli hotel ) si disinteressano a tale manutenzione, stessa cosa avviene nei centri commerciali, o sulle metro, o sui treni.

    Se poi parliamo di germi e batteri, ok allora chiediamoci quando saliamo su un autobus o ancora in una metro e ci aggrappiamo agli appositi sostegni per non sballottare, quanti batteri ci sono?, Oppure chiediamoci in autogrill quante persone dopo avere utilizzato la toilette ( la maggior parte sono sporchissime ) non si lavano neanche le mani e appoggiano le mani sul bancone, la lista è lunga.

    In areo sarebbe sufficiente usare poche accortezze per disinfettare con salviette igienizzanti il tavolino, e pulirsi le mani con un gel disinfettante.

    Seguo sempre con grande passione il suo blog.

    La saluto cordialmente

Leave A Comment