3
686

La Prima Volta che Metti le Mani sui Comandi

cessnaHai mai pilotato un aereo?

Ho scritto tanto sui piloti che fanno questo mestiere, ma non ho mai parlato molto di chi vola per il piacere di farlo.

Se non hai mai pilotato ti consiglio vivamente di farlo. È un’emozione fantastica.

Un aereo di linea è molto diverso da un aereo privato di piccole dimensioni. Gli ultraleggeri ed i velivoli di aviazione generale sono piccoli, rumorosi e d’estate caldissimi!

La prima volta che ho messo mano sui comandi di un aereo è stata un’esperienza indimenticabile ed unica.

Mi trovavo negli stati uniti ed avevo 17 anni. Un amico di famiglia aveva comprato un Cessna 172 che utilizzava poco, quindi lo aveva dato in affitto ad una scuola di volo di Racine nel Wisconsin.

Quel weekend di luglio era tra le prime volte che riuscivo ad avvicinarmi a tanti aerei in un hangar. Un vero sogno che diventava realtà.

Sono salito sull’aereo dopo aver seguito tutti i controlli pre-volo del pilota. Mi sono seduto sul sedile anteriore a destra, mi sono messo le cuffie e via.

Acceso il motore abbiamo iniziato il rullaggio verso la pista, abbiamo fatto la prova dei magneti e ci siamo allineati al centro pista e poi via per il decollo.

Il cuore mi batteva a mille e cercavo di ripassare mentalmente tutto quello che avevo studiato da solo dai libri di pilotaggio di mio padre. MA NULLA!

Troppa emozione e non mi veniva in mente niente! Mannaggia, tanto studio e quando posso mettermi alla prova, nebbia totale!

Vabbè, rinuncio all’applicazione dello studio e mi godo il volo. Leggo la strumentazione, guardo fuori dal finestrino e nel frattempo speravo che l’amico pilota mi invitasse a mettere mano sui comandi.

Vedendo che l’invito non arrivava, non ho potuto resistere e soprattutto non potevo perdere l’occasione. Ho messo le mani sulla cloche ed ho chiesto se potevo pilotare. Il pilota ha tolto le sue mani ed ecco che finalmente il mio sogno di una vita si è realizzato!

Ho sempre desiderato poter mettere mano almeno una sola volta sui comandi ed ecco che finalmente stavo volando.

Ritrovata un po’ di lucidità mentale, ho iniziato a leggere l’altimetro per mantenere la quota, poi il variometro, poi l’anemometro, di nuovo l’altimetro, poi fuori dal finestrino per vedere se c’erano altri aerei, poi una virata a destra, di nuovo a sinistra, quota, variometro, finestrino, velocità, quota, variometro!! Sudavo da morire!

Come si dice… la prima volta non si scorda mai!!! 🙂

Dopo 5 minuti che sembravano 5 ore il pilota riprende i comandi e iniziamo a prepararci per ritornare verso l’aeroporto per l’atterraggio. Velocità, flap e giù piano piano fino a toccare terra.

Ragazzi, che emozione! Dopo 16 anni ancora oggi sento tutte le sensazioni di quel volo e di come si sente l’aero tra le mani. Fantastico!

Quello è stato il primo di una serie di voli che ho fatto ai comandi di vari aerei (ultraleggeri di diverso tipo , parapendio, aliante, simulatore Lufthansa 737-800).

Studiando psicologia dell’aviazione sono entrato in contatto con un sacco di professionisti del volo compresi istruttori del centro addestramento Alitalia, centro addestramento Lufthansa, centro addestramento Air Dolomiti ed ho conosciuto varie figure che lavorano nell’ambito sicurezza volo di Swissair, Lufthansa, Emirates, Iberia e altre compagnie aeree.

Insomma, da un sogno che non sembrava mai realizzarsi, sono finito per conoscere di persona ambienti importanti del mondo aeronautico.

La vita mi ha poi portato a fare tutt’altro, soprattutto per un problema visivo grave che sappiamo, non aiuta chi desidera diventare pilota, ma dopo le esperienze che ho fatto e dopo la nascita e la crescita di questo Blog mi sento soddisfatto e sto pianificando un sacco di altre esperienze in aviazione.

Volare ai comandi di un aereo è meraviglioso ed è un’esperienza che ti porterai dietro per tutta la vita.

Tu come ti sei sentito/a quando hai messo mano per la prima volta sui comandi di un aereo?!

Mostra i commenti

1 commento

  1. Tiziano 26 Luglio 2016

Lascia un commento