1
2074

Perchè i Finestrini degli Aerei sono Ovali

 

finestrini aerei

Dopo aver visto perchè non si possono chiudere gli oscuranti dei finestrini durante il decollo e atterraggio, vediamo ora perchè i finestrini degli aerei sono ovali.

Non è per stile, abitudine ingegneristica o altri motivi. È dovuto ad un motivo meccanico strutturale chiamato Fatica.

Se sei un ingegnere allora perdonami per la mancanza di dettagli e per gli errori nella terminologia, ma per i comuni mortali ci vuole una spiegazione semplice.

È importante conoscere il motivo per il quale i finestrini hanno questa forma… ne va della sicurezza di tutti.

La fatica

La fatica è una proprietà meccanica, è simile alla resistenza a fatica umana: se spingi troppo prima o poi ti rompi!

In meccanica i metalli “soffrono” quando si espandono e si restringono ciclicamente.

Puoi fare un esperimento molto semplice per capire cos’è la fatica: prendi un pezzo di filo di ferro e piegalo ripetutamente nello stesso punto, vedrai che inizierà a scaldarsi e dopo un po si romperà in quel punto.

L’aereo di comporta in modo simile, non piegandosi, ma la sua fusoliera si espande e si restringe ogni volta che vola.

Questo avviene perchè la diminuzione di pressione, andando verso quote più alte, spinge di meno sulla fusoliera (dall’esterno verso l’interno), mentre la pressione interna dell’aereo, essendo maggiore di quella esterna, spinge sulla fusoliera verso l’esterno appunto.

Scendendo nuovamente a terra la differenza di pressione si inverte, pertanto la fusoliera si restringerà.

Un aereo per il trasporto civile, nella sua carriera, fa circa 30.000 cicli. 1 ciclo equivale a 1 decollo e 1 atterraggio. 30.000 sono parecchi.

Ma quindi perchè i finestrini sono ovali?

Perchè la fatica si manifesta nel metallo sotto forma di crepa ed è molto semplice che la crepa inizi da uno spigolo o angolo retto.

Infatti, i primi progettisti di aerei, avendo poca esperienza con i voli ad alta quota, non avevano considerato che gli spigoli dei finestrini quadrati degli aerei degli anni ’50, potevano essere così pericolosi da causare incidenti aerei.

Non lo potevano sapere perchè gli aerei civili per il trasporto passeggeri fino a quel momento erano tutti con motori a pistoni, quindi non poteva volare a quote molto alte.

Ma poi sono arrivati i motori a jet e gli aerei civili hanno iniziato a volare a quote alte (10.000 metri) per consumare di meno e migliorare il confort dei passeggeri. Ed è accaduto quello che doveva accadere e l’incidente è arrivato.

Dopo svariate ricerche hanno scoperto che la crepa che causava la rottura della fusoliera partiva proprio dagli spigoli dei finestrini. Da quel momento in poi il design degli aerei di linea è cambiato per sempre ed è  diventato come lo conosciamo oggi.

Ora sai perchè i finestrini hanno questa forma tipica. Sono certo che la prossima volta che monterai su un aereo di linea vedrai i finestrini con un occhio diverso! 🙂

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento