Perché gli Aerei Volano a 10.000 Metri di Altezza

a che altezza volano gli aerei

Una curiosità che molti vogliono conoscere è a quale altezza volano gli aerei. Sicuramente saprai che gli aerei di linea volano quasi sempre alla stessa quota, all’incirca 10.000 metri, che equivalgono a circa 30.000ft (piedi).

La quota di volo si decide secondo diversi criteri, tra i principali da considerare troviamo: il modello di aereo, il tipo di motore e la natura del volo. Aerei di linea con motori a jet volano molto in alto, alcuni anche a 40.000ft, mentre aerei a pistoni volano più bassi ed alcuni non superano i 15.000ft.

Ti spiego in maniera molto semplice qual’è la quota di volo degli aerei in base alle loro caratteristiche tecniche e la tipologia di volo da effettuare.

A che altezza volano gli aerei di linea

Volare ad alta quota è un fattore importante per l’efficienza dei motori e per ridurre la resistenza dell’aria grazie alla ridotta densità. L’altezza di volo degli aerei dipende dai tipi di motori:

  • motori a pistoni
  • motori a jet.

I motori a jet hanno l’abilità di poter dare molta spinta anche quando la densità dell’aria è bassa (aria con bassi livelli di ossigeno, come a 10.000 metri).

Un motore a pistoni invece funziona “male” quando la densità dell’aria è bassa.

Se si vola con un motore a pistoni ad alta quota, per poter mantenere la velocità di crociera, si dovrebbe spingere di più sull’acceleratore e quindi consumare di più. Questo avviene perchè minore è la densità dell’aria, minore sarà la quantità di ossigeno contenuto al suo interno (uno dei combustibili dei motori a pistoni).

Meno ossigeno = Più carburante per mantenere la velocità

Un motore a jet, invece, per dare la stessa spinta, anche se la densità è bassa, riesce a ridurre la potenza e spingere comunque l’aereo senza la necessità di introdurre più carburante nel motore, in questo modo riducendo i consumi.

Densità dell’aria e altezza di volo

Gli aerei di linea volano ad alta quota perchè la densità dell’aria è minore e quindi la resistenza generata dall’aria si riduce.

Ora te lo spiego meglio.

C’è un principio molto semplice che dobbiamo tenere in mente: più l’aria è densa maggiore è la resistenza. Facciamo un esempio.

Volando all’interno di un fluido (l’aria), le molecole sfregano sulla fusoliera dell’aereo generando attrito e creando resistenza (rallentando l’aereo). Puoi provarlo mettendo la mano fuori dal finestrino della macchina e sentirai come l’aria ci sbatta contro e la spinga in direzione opposta al senso di marcia.

Maggiore è la resistenza maggiore sarà la spinta dei motori per mantenere la velocità (e maggiori saranno anche i consumi). Volando ad alta quota, dove la densità dell’aria è molto più bassa, si può ridurre la resistenza generata dall’attrito dell’aria, riducendo anche la spinta dei motori a jet, migliorando la loro efficienza.

Alcune compagnie aeree utilizzano motori ad elica, ma non sono a pistoni, sono sempre a jet (turboelica). Cioè, al loro interno hanno delle turbine che fanno girare l’elica.

Questi aerei volano a quote più alte di quelli a pistoni, ma meno di quelli che utilizzano motori interamente a jet. Questo avviene perché l’elica spinge meno aria data la ridotta densità, pertanto è meglio rimanere a quote basse per permettere alle eliche di “pescare” sufficiente aria per spingere l’aereo.

Per avere altre informazioni su come funziona un aerei e cosa fanno i piloti in cabina di pilotaggio, scarica il manuale dedicato. Cockpit! Come Funziona un Aereo e Cosa Fanno i Piloti.

Le altezze di volo degli aerei

atr

Motori a turboelica: volano tra i 15.000 e 24.000 piedi (5.000 – 7.000 metri).

Motori a jet: volano tra i 25.000 e 40.000 piedi (8.500 – 12.000 metri).

Come decidere a che quota volare

Molto semplicemente posso dirti che la scelta della quota di crociera dipende fondamentalmente da pochi fattori. Principalmente dipende dalla lunghezza del volo, dalle condizioni meteo e dal tipo di aereo che si utilizza.

Immagina di volare con un aereo a jet da Milano a Venezia. Il tempo di volo è cortissimo (meno di un’ora), quindi non ha molto senso andare a quote troppo alte consumando molto carburante per la fase di salita, dove i motori spingono quasi al massimo.

Mentre un volo sopra l’Atlantico, come da Roma a New York, necessita di quote alte per tutti i motivi elencati precedentemente (ridurre la resistenza e quindi i consumi).

Un altro motivo per volare ad alta quota è legato alle condizioni meteo. Ad alta quota le turbolenze sono minori, il tempo è sereno, quindi il volo diventa più sicuro e più confortevole.

Ora che sai a che quota volano gli aerei e perchè devono volare così in alto, ti consiglio, sul tuo prossimo volo, di accendere lo schermo davanti a te, entrare nella pagina delle informazioni sul volo e leggere esattamente a quale quota stai volando.

Per noi passeggeri è sempre emozionante volare così in alto e scommetto che tutti vogliamo dare un’occhiata fuori dal finestrino per vedere come si vede il mondo da lassù.

Commenti

  1. Lucia 26 Settembre 2019
    • Daniele 26 Settembre 2019
  2. pedrop 24 Settembre 2017
    • Daniele 24 Settembre 2017
      • CRJ-200 10 Luglio 2018
      • Daniele 10 Luglio 2018
  3. Sebastiano Basile 29 Agosto 2017
    • Daniele 30 Agosto 2017
  4. And 19 Agosto 2017
    • Daniele 19 Agosto 2017
  5. Armando 20 Luglio 2017
    • Daniele 21 Luglio 2017
  6. Gioia 16 Luglio 2017
    • Daniele 16 Luglio 2017
  7. armando 4 Dicembre 2016
    • Daniele 4 Dicembre 2016
      • armando 4 Dicembre 2016
      • Daniele 4 Dicembre 2016
  8. Claudio 11 Agosto 2016
  9. Manuela 5 Aprile 2016
    • Daniele 5 Aprile 2016

Lascia un commento