1
4196

Quali sono le Parti Mobili dell’Ala di un Aereo

ala aereo

L’elemento strutturale più importante per un aereo è l’ala. Banale lo so, senza ali non si vola. Allora visto che è l’elemento più importante, vediamo quali sono le parti mobili dell’ala di un aereo.

Al di là del fatto che sia la parte strutturale che permette all’aereo di sollevarsi in volo, l’ala permette anche di di dare stabilità e direzione, è la sede dei serbatoi di carburante, ospita i motori ed il carrello e ci sono moltissime parti mobili.

All’interno dell’ala ci sono molti tubi dell’impianto idraulico, tubi per l’aria condizionata, cavi elettrici ed altrettanti cavi e tubi connessi ai motori.

Vediamo allora quali sono le parti mobili dell’ala di un aereo.

Struttura dell’ala

Vediamo intanto quali sono le componenti esterne che la compongono.

Partendo dalla parte anteriore e passando piano piano alla parte posteriore, ci sono diversi componenti ed ognuna ha un nome specifico.

Come vedi dall’immagine qui di seguito, nella parte anteriore troviamo appunto il “bordo d’attacco”, nella parte centrale il “dorso” e “ventre” e nella parte posteriore il “bordo d’uscita”.

Lo sai perchè si chiamano bordo d’entrata e di uscita?

Semplicemente perchè il flusso d’aria passa dalla parte anteriore alla parte posteriore, quindi “entra” dal bordo anteriore ed “esce” dal bordo posteriore.

Da quest’altra immagine puoi vedere quante parti compongono l’ala per permettere alla’aereo di volare.

Control surfaces on airfoil.svg

Vediamoli uno alla volta:

1 – Winglet. Ti avevo già spiegato come vengono usate dalle compagni aeree per ridurre i consumi e risparmiare soldi. In poche parole, i winglet riducono la resistenza e quindi i motori devono spingere di meno.

2 – Alettone. Serve per virare. Si muove in su e in giù variando la portanza dell’ala inclinando l’aereo in una direzione o l’altra.

3 e 4 – Alettone interno. Si muovono quando si deve virare e assistono nella virata.

5 e 6 – Slat. Hanno la funzione di aumentare la portanza dell’aereo quando vola a bassa velocità.

7 e 8 – Flap. Anch’essi hanno la funzione di aumentare la portanza quando l’aereo vola a bassa velocità. Sia gli slat che i flap si utilizzano normalmente al momento del decollo e atterraggio, ovvero nelle due fasi del volo dove la velocità è più bassa.

9 e 10 – Spoiler. Sono utilizzati sia in volo che al momento dell’atterraggio e servono per frenare l’aereo. In volo permettono di rallentare più velocemente nella fase di discesa per rispettare le velocità indicate dalla procedura di avvicinamento o dal controllore di volo. Al momento dell’atterraggio aiutano a rallentare sulla pista appena dopo aver toccato terra.

Come si controllano le parti mobili

Principalmente si utilizza la cloche o la barra per muovere gli alettoni e dare direzione all’aereo.

Per muovere i flap si utilizza una leva che si trova sul lato del co-pilota in un aereo di linea. La peculiarità dei flap è che possono muoversi di diversi gradi in base alle necessità del pilota. Normalmente ad una velocità specifica corrisponde uno specifico angolo dei flap (5°, 10°, 15°, 25°, ecc.).

Per muovere i spoilers si utilizza una leva che si trova sul lato del comandante in un aereo di linea. Non ci sono dei gradi specifici, basta tirare la leva ed i spoiler si sollevano.

Gli slat si muovono assieme ai flap. Come ti dicevo, hanno la stessa funzione, ma si trovano uno sul bordo d’attacco (slat), mentre i flap sul bordo d’uscita.

Questi sono i principali componenti e se ti capita di volare vicino all’ala, guarda fuori dal finestrino durante l’atterraggio per vedere quante parti mobili ci sono e come si muovono in sincronia per mantenere l’aereo stabile.

Mostra i commenti

Nessun commento

Lascia un commento